Eolico a Nociglia. L'iter va avanti

Nociglia. Il progetto ha già l’ok della Regione. Ma ora deve ottenere un nuovo parere del settore Ecologia perché nel frattempo sono cambiate le leggi

NOCIGLIA – La ditta Eolica Energia F Srl è tornata a chiedere alla Regione Puglia – Settore Ecologia un nuovo parere sul progetto di un impianto eolico da realizzare nel territorio di Nociglia. E’ quanto si legge nella lettera che l’amministratore della società Clemente Petracca ha inviato al sindaco del Comune di Nociglia ed all’Ufficio tecnico chiedendo la pubblicazione del progetto sull’albo pretorio comunale. La notizia mette in subbuglio i cittadini dei Comuni interessati e gli ambientalisti dell’intero Salento che solo pochi mesi fa hanno ottenuto la loro “vittoria” riuscendo ad impedire la realizzazione di un altro impianto da cinque torri alte 150 metri, in territorio di Supersano, riuscendo a preservare l’identità del territorio attorno al Parco dei Paduli – Foresta Belvedere.

eolico Nociglia

Il progetto previsto a Nociglia – tre torri eoliche da 150 metri l’una – vanificherebbe, secondo Oreste Caroppo, portavoce del Forum Ambiente & Salute, gli sforzi e la lotta condotta contro l’impianto di Supersano, Comune limitrofo a Nociglia, in quanto avrebbe effetti sulla stessa porzione di territorio, e sul Parco dei Paduli in primis, che in quell’occasione si è tentato di tutelare. “Troppo sottaciuta – aggiunge Caroppo – anche la pericolosità per l'incolumità degli abitanti rappresentata da questi mega aerogeneratori per rottura e lancio di mortali frammenti di pala a centinaia di metri di distanza, oltre ai danni alla salute psico-fisica nel raggio di chilometri; un’eventualità che i medici hanno ormai incluso in quella che hanno battezzato ‘sindrome da turbina eolica’”. Le pale eoliche inoltre non sarebbero dannose solo per le persone, ma anche per la fauna che vive quei luoghi. Di recente, tra l’altro, si è verificato anche il “ritorno” nel Parco dei Paduli della cicogna ed anche di alcuni esemplari della più rara “cicogna nera” che la presenza di aerogeneratori metterebbe a serio rischio. Questo gradito ritorno ha spinto il consigliere regionale Mario Vadrucci (Pdl) ad esprimersi in favore della tutela del territorio in questione, chiedendo alla Regione di fermare l’eolico dannoso per le specie animali. // L'ok della Regione La Eolica Energia F Srl aveva già ottenuto parere positivo al progetto da parte del settore Ecologia della Regione Puglia lo scorso 15 febbraio 2006 (determina n. 82 del dirigente Settore Ecologia); nuovo parere è stato emesso il 1° aprile 2008 (determina n. 201) sul progetto in corso di autorizzazione unica presso la Regione. Il progetto ha ottenuto l’ok della Regione in data 13 marzo 2011, dopo varie riunioni di conferenza dei servizi (il 23 settembre 2005, il 23 settembre 2008 ed il 18 giugno 2010). A questo punto però si rende necessario un nuovo parere del Settore Ecologia perché quello già ottenuto è nel frattempo scaduto in quanto, negli anni, sono cambiate le leggi in materia. Abbiamo contattato la Eolica Energia F Srl, per avere maggiori chiarimenti da parte dell’amministratore Clemente Petracca, ma non abbiamo potuto parare con lui perché è fuori sede. Articolo correlato: Supersano dice no all'eolico di Nociglia

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!