Il pedofilo: ‘Sono malato, castratemi’

Milano. Gianluca Mascherpa ha confermato di aver adescato minorenni su facebook ed ha spiegato di non riuscire a frenare l’istinto

MILANO – Ha ammesso di aver adescato minorenni su facebook, fingendosi minore a sua volta, ed ha confessato di non riuscire a contenere quell’istinto “malato”. Ha anche chiesto al giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Milano, Donatella Banci Buonamici, di essere sottoposto a castrazione chimica. Gianluca Mascherpa, 49enne originario di Squinzano, ex allenatore di pallavolo in pensione per invalidità civile, è stato arrestato sabato scorso a Milano; lunedì è stato interrogato dal gup nel carcere milanese di San Vittore. Ha confermato di aver indotto i minorenni adescati ad esibizioni pornografiche via web cam ed ha anche aggiunto di non essere mai passato all’incontro “di persona” ma di essersi sempre fermato all’approccio virtuale. Mascherpa era già stato arrestato per gravi atti su minorenni; quando viveva a Firenze era infatti finito in un'inchiesta della Procura toscana per casi di minori messi in vendita a pedofili. Oggi risponde d'induzione a esibizioni pornografiche di minorenni, violenza sessuale e corruzione di minorenni.

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!