Da A+ ad A-. Salento declassato

Lecce. La Fitch Ratings, Inc./Ltd., agenzia internazionale di valutazione del credito, ha tagliato il rating anche alla Provincia di Lecce

LECCE – Di solito quando sentiamo parlare o leggiamo su qualche rivista specializzata di economia, di notizie relative a fallimenti di nazioni, debito pubblico, triple A, rating, default, e di rischio, soprattutto in un clima molto caldo e polemico come quello degli ultimi mesi, immaginiamo che tali avvenimenti riguardino esclusivamente importanti gruppi bancari, grandi Enti o società industriali e addirittura nazioni. Mentre è recente la notizia che la Fitch Ratings, Inc./Ltd., agenzia internazionale di valutazione del credito e rating (valutazione), ha tagliato il rating anche alla Provincia di Lecce. L'agenzia Usa ha spiegato che questo declassamento è la diretta conseguenza di quello che è stato definito “taglio del rating dell'Italia”, che, quasi come effetto domino, coinvolge molti Enti Pubblici e non solo, legati economicamente alle sorti del nostro Paese e che ha avuto epilogo il 27 gennaio scorso abbassando la capacità di credito della nostra provincia da A+ ad A- (di ben 2 punti). Tuttavia anche altre Province d’Italia sono rientrate, loro malgrado, nella valutazione negativa della Fitch Ratings.: Milano, Brescia, Varese, Bologna, Firenze, Perugia, Pescara, Roma e Catania. Anche importanti Comuni del Bel Paese come Milano, Torino, Trieste, Roma, Napoli, Verona, Brescia, Como, Monza, Pisa, Siena, Carrara e Pescara hanno subito le valutazioni negative dell’Agenzia di rating con declassamento. Dopo Standard & Poor’s e i suoi numerosi ratings negativi nell’Eurozona, la una nuova spada di Damocle si chiama Fitch Ratings. La speranza è che si possa quanto prima rientrare nei parametri di valutazione positivi e di tripla A (o quanto più prossimi alla tripla A) che tanto impattano sulla “buona reputazione” di intere nazioni e che la nostra politica regionale, provinciale e comunale possa migliorare.

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!