Parchi puliti. Ma anche le spiaggie

Legambiente di Nardò oggi a “Serra circora” e Torre Squillace sensibilizza i residenti sulla salvaguardia del parco naturale

Legambiente presenta la prima edizione della iniziativa di volontariato attivo a favore della natura protetta in Puglia e nel Salento. Una iniziativa concreta per coinvolgere i cittadini nella Regione dove la percentuale di territorio protetto è cresciuto del 30% negli ultimi anni, e dove i parchi coniugano perfettamente sostenibilità ed agricoltura, innovazione e salvaguardia ambientale 196.379 ettari di parchi e riserve nazionali, 71.914 ettari di aree protette regionali di cui 64.095 istituiti dopo il 2005 il 13,78% della superficie complessiva del territorio; due parchi nazionali e tre aree marine protette, 16 Riserve Statali, 18 aree protette regionali istituite, 77 Siti di Interesse Comunitario riconosciuti. Questi i numeri delle aree protette pugliesi. In occasione di Spiagge e Fondali Puliti 2009, una delle più importanti iniziative nazionali di Legambiente pensate per informare e sensibilizzare la cittadinanza e le amministrazioni locali sui temi legati alla risorsa mare ed alle nostre bellissime coste,con il sostegno di FONDAZIONE PER IL SUD; Legambiente, Assessorato all’Ambiente del Comune di Nardò, Emys, Slow Food e Protezione Civile (CEP Nardò), in collaborazione con Virosac e Radio Selene, hanno realizzato la campagna regionale “Parchi Puliti”, volontariato attivo per ripulire le Aree Protette pugliesi dai rifiuti che vengono gettati senza cura e rispetto per il nostro immenso patrimonio naturalistico e faunistico. L’Italia è uno dei Paesi che negli ultimi anni ha dato il maggior contributo in Europa allo sviluppo di un sistema di aree protette, passando dal 3% ad oltre il 10% di territorio protetto, rappresentativo del suo patrimonio di diversità biologica, culturale e paesistica e, in appena tre anni, la Puglia ha incrementato del 30% il suo territorio protetto. Il circolo Legambiente di Nardò, Cinque Vele di Guida Blu anche per il 2009, si riunirà oggi in località Serra cicora (Rinaru) e Torre Squillace; non solo per la pulizia delle spiagge ma anche per una sensibilizzazione della popolazione nei riguardi del parco naturale di Portoselvaggio e palude del capitano e dei suoi stupendi litorali. A tutti partecipanti verrà consegnato il kit operativo composto da guanti, cappellino,maglietta e guida ai parchi della regione Puglia. “Parchi puliti – ha dichiarato l’assessore all’Ambiente Mino Natalizio – fa parte di quei percorsi di educazione e formazione ambientale che mirano a creare una nuova coscienza e consapevolezza dell’argomento rifiuti, affinché chi frequenta il nostro parco e le nostre coste possa apprezzarne la bellezza senza farne scempio. Intanto la settimana prossima saranno affidati i lavori di pulizia delle spiagge con il posizionamento dei raccoglitori per i rifiuti per la raccolta differenziata nei siti maggiormente fruiti”.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Leave a Comment