Bando rifiuti: salta tutto. Da oggi rifiuti per strada

Casarano. Caos nella gestione del servizio igiene urbana. Finita l’era Geotec, manca ancora il sostituto

Oggi la città rimarrà scoperta del servizio di igiene urbana e, forse, per alcuni giorni della prossima settimana. Da questa mattina, infatti, doveva iniziare il periodo di gestione della nuova ditta appaltatrice, la “Cogea srl”, che si è aggiudicata la gara svoltasi il 2 febbraio scorso, ma i suoi dipendenti e i suoi mezzi rimarranno fermi. Sembra che la Prefettura di Lecce non abbia dato parere favorevole per l’assegnazione definitiva dell’appalto alla società con sede legale a Gallipoli. La notizia non è ufficiale, ma queste sono le autorevoli indiscrezioni che filtrano da Palazzo dei Domenicani, sede del Comune di Casarano, che ha espletato direttamente il relativo bando di gara. Se la notizia dovesse essere confermata, l’appalto sarebbe assegnato all’impresa arrivata seconda, ossia alla “Igeco Costruzioni spa”. Intanto, il sito internet del Comune ha pubblicato ieri la determina n. 353/2012, avente per oggetto l’aggiudicazione definitiva all’impresa del servizio, con un grande “Omissis” a coprire il corpo del testo dell’atto, evidentemente già stampato e preparato per l’assegnazione alla “Cogea” dal 3 marzo 2012, ossia da oggi, al 2 marzo 2013. Non dovrebbe più essere così e gli uffici tecnici di Palazzo dei Domenicani sono da ieri allertati per preparare la documentazione alternativa. Già durante la verifica dei requisiti da parte della commissione tecnica, il 24 gennaio scorso, erano sorti dubbi sull’impresa. La “Cogea srl”, infatti, avendo rilevato un’altra di società, la “Anci Ambiente srl”, aveva presentato domanda di partecipazione al bando facendo valere i prerequisiti vantati dalla ditta rilevata. La commissione aveva sospeso le procedure di gara e si era aggiornata in una seconda sessione, ma aveva fugato ogni dubbio precedentemente emerso sulla “Cogea”, che non solo era stata ammessa alla fase conclusiva del bando, ma aveva addirittura vinto la gara con un ribasso d’asta dell’11,37 %, contro l’8,55 % dell’”Igeco” e dello 0,60 % della “Monteco srl”. Il bando, il cui importo di appalto è di 1.985.380,50 euro (Iva esclusa), ha una durata annuale, a decorrere dal giorno successivo alla firma del contratto. Il nuovo capitolato prevede la raccolta porta a porta dell’indifferenziata ogni lunedì, mercoledì e sabato; carta e vetro saranno raccolti, ogni giovedì a settimane alterne; la plastica sarà ritirata ogni martedì e l’alluminio ogni venerdì. Dall’altro ieri, tuttavia, termina la gestione del servizio da parte della società “Geotec Ambiente srl”, cominciato nel 2006, la prima a introdurre il servizio porta a porta e l’eliminazione dei cassonetti dalle strade. Non sono mancate, però, soprattutto negli ultimi tempi, proteste da parte degli utenti e degli stessi operatori che più volte hanno proclamato lo stato di agitazione, arrivando anche allo sciopero per vedersi riconosciuto lo stipendio. Da contratto saranno gli stessi lavoratori a svolgere la raccolta anche con la nuova ditta.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!