Un nuovo attentato ad Ugento

GUARDA IL VIDEO. Dopo quello a casa della madre del consigliere Renato Gianfreda, un nuovo episodio incendiario ad Ugento. Colpita l’auto della sorella di Tiziano Carratta, assessore fresco di nomina

L’auto presa di mira dai piromani stanotte ad Ugento è praticamente inservibile. Completamente distrutta dalle fiamme, la Punto bianca vecchio modello apparteneva a Mercedes Carratta, sorella del neo-nominato assessore Tiziano, subentrato in Giunta al posto del dimissionario Antonio Ponzetta (Carratta ha assunto le deleghe all’Agricoltura e Pesca, ai Servizi demografici ed elettorali e ai servizi cimiteriali). La donna ha una cooperativa di pulizie che effettua il servizio anche per l’Iberotel, la struttura ricettiva di Torre San Giovanni. La vettura era parcheggiata sotto casa, in piazza Colosso. Secondo le prime ricostruzioni, l’attentato incendiario avrebbe avuto luogo attorno alle 4.15 del mattino; ad accorgersi del fuoco e a dare l’allarme sono stati i netturbini del servizio di raccolta rifiuti che hanno allertato la famiglia che non si era ancora accorta di a. Le fiamme hanno annerito le pareti esterne dell’abitazioni e rovinato il portone d’ingresso in casa, ma avrebbero potuto provocare danni ancora più ingenti, intaccando, ad esempio, le automobili posteggiate nei paraggi. Sul posto sono accorsi i vigili del fuoco, polizia e carabinieri, che sono al lavoro per vagliare il contenuto delle telecamere di due esercizi commerciali lì vicino che, poste ad angolazioni diversi, potrebbero aver catturato immagini preziose sugli autori del gesto.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!