Centrale dei rischi e accesso al credito. Il convegno Confindustria

Lecce. Le difficoltà per le imprese in tempo di crisi. Appuntamento al President alle 16

LECCE – La crisi finanziaria internazionale ha comportato, tra i suoi principali effetti, una crescente difficoltà per le imprese ad accedere al credito. Più volte il “credit crunch” è stato al centro di momenti di riflessione da parte di politici o esponenti del mondo dell’imprenditoria. Tuttavia, la soluzione sembra di difficile individuazione. Ecco perché Confindustria Lecce ha organizzato per oggi un nuovo momento di approfondimento su tematiche rilevanti che riguardano la gestione finanziaria delle imprese e che incidono sulla capacità di accesso al credito in un contesto così difficile. Il convegno “Centrale dei rischi ed accesso al credito” si terrà alle 16 presso l’Hotel President. Obiettivo dell’incontro è affrontare gli aspetti normativi e di funzionamento della Centrale dei Rischi, fornire le corrette istruzioni su come leggerla ed interpretarla, discutere dell’impatto sul merito creditizio e su come utilizzarla quale strumento di negoziazione con le banche. “La Centrale dei Rischi Banca d’Italia – afferma il presidente di Confindustria Lecce Piernicola Leone de Castris – è diventata, in tempi di crisi finanziaria, un fondamentale ‘biglietto da visita’ della piccola e media impresa, dalla valenza assai superiore, nel rapporto con la banca, al bilancio d’esercizio. È quindi indispensabile che imprese e professionisti siano in grado di leggere, rielaborare e interpretare i dati della Centrale dei Rischi, nonché di dialogare con le banche in piena consapevolezza riguardo questo fattore determinante del merito creditizio di ogni azienda”. Il programma del convegno prevede: ore 16.15: saluti di Piernicola Leone De Castris, presidente Confindustria Lecce ed Alfredo Prete, presidente Unioncamere Puglia; ore 16.25: apertura dei lavori a cura di Giuseppe Leopizzi, delegato per il Credito di Confindustria Lecce; ore 16.35: relazioni di Manuela Biagi, divisione Centrale dei Rischi della Banca d’Italia (“Centrale dei Rischi: aspetti normativi e funzionamento”), e Maria Marrocco, consulente d’impresa della Sezione Terziario Avanzato e Servizi Innovativi di Confindustria Lecce (“L’importanza della Centrale dei Rischi nella determinazione del merito creditizio”). ore 18.00: interventi di Vito Primiceri, direttore generale di Banca Popolare Pugliese (“Centrale dei Rischi e credito alle imprese: il ruolo delle Banche del territorio”), Raffaele Avantaggiato, direttore generale di Ubi Banca Carime (“Il credito alle imprese alla luce delle informazioni di Centrale dei Rischi e dei vincoli EBA – Autorità Europea delle Banche”), Antonio De Vito, direttore generale di Puglia Sviluppo (“L’azione della Regione Puglia per l’accesso al credito”), Pasquale Orlando, dell’Autorità di gestione FERS Puglia 2007/2013 (“L’azione della Regione Puglia: gli strumenti europei”); ore 18.40: dibattito; ore 19.00: chiusura dei lavori. Il convegno è coordinato da Antonio Corvino, direttore generale di Confindustria Lecce.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!