Madein Albania. Oggi la presentazione del docufilm

Lecce. Il lavoro di Stefania Casini racconta l’Albania di oggi attraverso gli occhi di tre ventenni

LECCE – L’Albania di oggi, a 20 anni dalla caduta della dittatura, è il cuore del docu-film “Madein Albania” di Stefania Casini. Il lavoro sarà presentato alla stampa stamattina alle 11, al Cineporto di Lecce (presso Manifatture Knos, via Vecchia Frigole, 36) in un incontro al quale prenderanno parte la regista Stefania Casini, l’attore Livio Marsico e il direttore di Apulia Film Commission Silvio Maselli. In serata, alle 20, il film sarà proiettato in anteprime al DB D’Essai di Lecce, sala del circuito D’Autore di Apulia Film Commission. Il docu-film, coprodotto da Bizef produzione srl ed Erafilm Production, è stato realizzato in collaborazione con Raicinema e con il contributo di media e di Apulia Film Commission. “Madein Albania” (non è un errore di battitura ma la pronuncia fonetica al tempo del dittatore) è un film documentario che racconta l’Albania di oggi, 21 anni dopo la caduta del regime totalitario, attraverso gli occhi e gli incontri di tre ventenni. Un documentario costruito come un film “on the road” che segue i tre protagonisti nei loro viaggi solitari e racconta gli incontri con personaggi molto particolari. Gli incontri sono ravvicinati di tipo emozionale, che fanno scoprire parti inedite del paese: luoghi come Kombinat il vecchio complesso tessile diventato terra di conquista per chi scende da Nord e si insedia a Tirana in cerca di lavoro, o la realtà rurale di una bellezza commovente di città minerarie abbandonate, o ancora le aspre montagne dove ci si spezza la schiena per cercare il cromo. Si intersecano racconti del passato, per averlo vissuto in prima persona, e contrasti del presente di una nazione che in 20 anni è passata dalla chiusura totale alla libertà di internet. Un passaggio che può sembrare troppo repentino di un paese ancora in transizione. // Produzioni. La Puglia è la più richiesta Intanto la Puglia si conferma la Regione più richiesta dalle produzioni cinematografiche ed audiovisive. 68 progetti cinematografici e audiovisivi: è questo il numero di domande pervenuto all’Apulia Film Commission, alla scadenza della prima tranche del 31 gennaio 2012, per partecipare alla richiesta di finanziamenti del “Film Fund” e “Ospitalità”. Con un budget di 2 milioni di euro per tutto il 2012, Apulia Film Commission ha ricevuto per la prima tranche 38 domande di richiesta dei finanziamenti del Film Fund (14 lungometraggi, dieci documentari, nove cortometraggi, due film tv, una serie televisiva e due videoclip), per un budget totale di produzioni pari a 48.156.811,30 euro. La quota che le produzioni dichiarano di spendere in Puglia è di 13.313.061,53 euro, mentre la richiesta totale di finanziamenti ad Apulia Film Commission è di 4.599.632,42 euro. Per l’ospitalità, invece, le domande pervenute sono 30 (17 lungometraggi, cinque cortometraggi, cinque documentari, due serie televisive e un film tv), per un budget totale di 44.817.202,02 euro di cui 12.109.370,00 da spendere in Puglia. Una parte dei progetti coincidono essendo possibile, a determinate condizioni, sommare i due fondi. Tre volte all’anno, quindi, le case di produzione hanno la possibilità di ottenere un finanziamento della Regione Puglia – attraverso il Programma Pluriennale regionale a valere su fondi europei dell’Asse IV, linea d’intervento 4.3, Azione 4.3.1 lettera C del PO FESR 2007/2013-, affidato all’Apulia Film Commission. I finanziamenti del Film Fund e dell’Ospitalità, mirano alla valorizzazione delle location pugliesi, con il conseguente effetto del cineturismo e a rafforzare l’immagine della Puglia, garantendo importanti ricadute per il turismo, oltre che importanti impatti di natura socio-economica. L’azione, inoltre, favorisce il più possibile la permanenza in Puglia di artisti e maestranze della filiera dell’audiovisivo, consentendo maggiori opportunità di lavoro. Infatti, a fronte del contributo concesso, le produzioni s’impegnano a spendere sul territorio pugliese una somma pari ad almeno il 200% del contributo ricevuto e ad assumere almeno il 35% di personale locale, ormai noto per la propria qualità professionale e diffusione sul territorio. Le prossime scadenze delle due tranche dei bandi Film Fund e Ospitalità sono previste il 30 aprile e 31 agosto 2012 (info: www.apuliafilmcommission.it).

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Info sull'autore

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati