Iacp. Aqp non taglia le bollette dei morosi

Lecce. La soddisfazione del Sunia, che sollecita la corretta lettura dei contatori

LECCE – Aqp non chiuderà l’erogazione dell’acqua agli oltre 3mila cittadini morosi che abitano nelle case popolari Iacp. E ciò per almeno tre mesi. Si tratta di un’importante notizia che fa tirare un sospiro di sollievo alle famiglie in difficoltà. Soddisfatto il sindacato Sunia che definisce quella di Acquedotto pugliese “una scelta saggia che condividiamo, perché riteniamo che questo provvedimento avrebbe solo prodotto una inutile ‘contestazione sociale’ senza risolvere il problema della morosità”. “È evidente che questa questione, che si protrae ormai da anni – dice il resposanbile del Settore Privato del Sunia, Mario Vantaggiato – dovrà essere risolta, anche perché i condomini intendono pagare il dovuto. Il dovuto però: una volta che sarà effettuato un corretto calcolo analitico documentato dalle letture dei singoli contatori di sottrazione”. Vantaggiato plaude anche all’attivazione del tavolo tecnico, programmato dalla Regione Puglia per martedì 22 febbraio, a seguito dell’approvazione dell’Ordine del giono sulla questione morosità, al fine di poter rendere partecipi tutti i protagonisti interessati al problema.

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Info sull'autore

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati