Immobili all’asta. Nessuna offerta

Casarano. Rimangono invenduti il mercato di contrada Botte, i campetti della zona industriale e l’area adiacente e l’ex ufficio sanitario di piazza San Giovanni

CASARANO – Terza fumata nera. Gli immobili comunali messi all’asta da Palazzo dei Domenicani sono andati invenduti per la terza volta. Fino a ieri alle 12, il termine ultimo fissato per l’apertura delle buste, nessuna offerta è pervenuta agli uffici del Protocollo che quindi non ha potuto fare altro che prendere atto del mancato interesse ad acquisirli da parte dei privati. Rimangono dunque nelle disponibilità del Comune i quattro beni indicati per l’alienazione: il mercato rionale di contrada Botte (base d’asta 500mila euro), i campetti sportivi della zona industriale (580mila euro) e l’area adiacente (520mila euro), e l’ex ufficio sanitario di piazza San Giovanni (400mila euro). La notizia forse farà tirare un sospiro di sollievo a quanti – ad esempio il capogruppo del Pdl Giampiero Marrella – avevano criticato le procedure indicandole come non regolari (era stato il sidnaco a firmare gli atti di costituzione della società di cartolarizzazione Casarano Città Contemporanea, non avendone la facoltà) e sottolineato lo stato di abbandono e di degrado che ormai contraddistingue gli immobili messi all’asta.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!