‘Lavorerò a Lecce’. Mariano: ‘Il sindaco illustri i risultati’

Lecce. La consigliera di Io Sud chiede quali siano stati gli effetti concreti dell’iniziativa volta al contrasto della fuga di cervelli

LECCE – Quali sono stati gli effetti concreti dell’iniziativa 'Obiettivo stage, io… lavorerò a Lecce’? Lo chiede in un’interpellanza rivolta al sindaco Paolo Perrone la consigliera di Io Sud Francesca Mariano. La Mariano fa riferimento in particolare ad un dettaglio da non trascurare: l’iniziativa di incontri e scambi tra aziende e giovani, finalizzata principalmente al contrasto della fuga di cervelli, è stata organizzata da Comune, Università, Sgm e Lupiae servizi. Ma recentemente la Lupiae avrebbe proceduto ad alcune assunzioni attraverso una società di Bari. In quale considerazione, allora, ha tenuto l’eventualità di assumere i giovani “incontrati” durante l’evento? E poi: almeno alcuni dei giovani partecipanti hanno effettivamente seguito dei percorsi di stage presso Lupiae o Sgm? E quali effetti ha prodotto, in generale, l’iniziativa? Quante aziende e quanti giovani vi hanno partecipato e con quali risultati? Domande alle quali il sindaco Perrone dovrà preparare risposte convincenti, visto che è proprio sui temi del lavoro e delle assunzioni (vedi concorso vigili urbani e concorso amministrativi) sta cadendo più volte sotto gli attacchi dell’opposizione.

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Info sull'autore

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati