Geotec. Caggiula: ‘I soprusi continuano’

Casarano. Italia dei valori ripartirà proprio dalla questione Geotec per la definizione del programma politico della coalizione

CASARANO – “Nonostante le smentite operate a mezzo stampa dalla Geotec, gli atti intimidatori, anti-sindacali e lesivi della dignità dei lavoratori, continuano”. E’ la denuncia di Piergiorgio Caggiula, coordinatore cittadino di Italia dei valori di Casarano che sostiene come “le tematiche del lavoro debbano avere un respiro diverso”. La Geotec avrebbe, secondo Caggiula la compiacenza degli uffici comunali “che – dice – pur di non disturbare situazioni lobbistiche, controllo dei partiti sulle assunzioni da usare possibilmente in campagna elettorale, ma anche interessi economici di non poco conto, sono pronti a volgere lo sguardo altrove, per non guardare in faccia una verità che oramai ai più se non a tutti sembra evidente”. “La Geotec – aggiunge il coordinatore Idv – oltre a fornire alla cittadinanza intera, un servizio al di sotto di qualsiasi aspettativa, viene meno anche ai diritti dei lavoratori, ritardando a piacimento il pagamento delle dovute spettanze, oberando gli stessi di carichi di lavoro eccessivi, sospendendoli in maniera arbitraria e non reintegrandoli come dovuto. Possiamo noi tutti tollerare che questi comportamenti si consumino nella civilissima Casarano”? La risposta è un secco “no”. E da questo “no” Italia dei valori ripartirà per contribuire al futuro programma politico della coalizione. “Solo così cittadini e lavoratori saranno tutelati da comportamenti lesivi della dignità della città e della dignità di chi vi lavora”.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!