Pesca di frodo. Sub multato per 2mila euro

Santa Maria di Leuca. Il pesce è stato donato al santuario ed il materiale utilizzato per la pesca sequestrato

SANTA MARIA DI LEUCA – Aveva appena catturato alcuni esemplari di cernie e saraghi, con l’ausilio di apparecchi di respirazione subacquea in violazione delle normative vigenti. Gli uomini della Guardia costiera di Leuca, coordinati dalla Capitaneria di Porto di Gallipoli, nei giorni scorsi hanno fermato un sub, B.T, ed hanno proceduto al sequestro del materiale utilizzato per la pesca di frodo e del prodotto ittico. Come previsto dalla legge sulla “Disciplina della pesca marittima”, nei confronti del sub sono immediatamente scattate la sanzione amministrativa di 2mila euro e la pena accessoria del sequestro degli attrezzi utilizzati per l’attività illecita di pesca. Il pesce è stato donato presso il santuario di Santa Maria Leuca.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Leave a Comment