Alliste, arriva la raccolta vetro

Alliste. A casa e senza rincari. Ogni 15 giorni

ALLISTE – Da oggi i cittadini di Alliste hanno una bella novità in più. Una novità amica dell’ambiente. Alla la raccolta differenziata porta a porta di carta e plastica, si aggiunge quella del vetro. “Il vetro verrà ritirato ogni 15 giorni e sempre nelle giornate di martedì – afferma il responsabile del Servizio Ambiente del Comune di Alliste, l’ingegnere Luisella Guerrieri, che aggiunge – basterà conferire bottiglie, vasetti ed oggetti in vetro senza tappi utilizzando lo stesso contenitore sin qui adoperato per la raccolta della plastica e dell’alluminio. Diamo l’avvio a questa nuova fase della raccolta differenziata al fine di far fronte alle esigenze ambientali sempre incombenti, rispettare le normative ed i regolamenti in materia e, soprattutto, ridurre la quantità di rifiuti da smaltire in discarica”. Dice il sindaco Antonio Ermenegildo Renna: “Con la raccolta domiciliare del vetro si fa un ulteriore passo in avanti per ottimizzare al massimo il servizio di raccolta con la metodologia del porta a porta, con l'obiettivo di aumentare ulteriormente le percentuali di differenziata riducendo al minimo possibile i rifiuti indifferenziati. Senza aumento nei costi di gestione, introduciamo un nuovo servizio atteso dalle famiglie e dal quale trarrà vantaggi anche il territorio comunale dal punto di vista del decoro urbano: affinchè le buone pratiche nella differenziazione dei rifiuti possano portare i risultati sperati confido nella sensibilità dei cittadini allistini e fellinesi. D’altronde solo contando sul profondo senso civico di tutti i cittadini riusciremo a migliorare la qualità di vita della comunità e, al contempo, contenere i costi del servizio”.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!