Timbrava al Comune e poi usciva. Denunciato

Galatone. Risponde di truffa aggravata ai danni dello Stato. La scoperta in seguito a ripetuti pedinamenti da parte dei carabinieri

GALATONE – Timbrava il cartellino al Comune, ma poi usciva e svolgeva tutt’altre mansioni per conto proprio. Un dipendente comunale 55enne di Galatone è stato denunciato stamattina in stato di libertà dai carabinieri del posto per truffa aggravata ai danni dello Stato. I militari hanno verificato che, poco dopo aver timbrato il cartellino come giardiniere assunto a tempo indeterminato al Comune, l’uomo si trovava da tutt’altra parte rispetto al suo luogo di lavoro. In un episodio, il 55enne è stato sorpreso in un’abitazione privata mentre era intento a praticare una traccia per incassare il tubo di un impianti elettrico. In questa attività di elettricista era affiancato da un 20enne. In seguito a ripetuti pedinamenti dell’impiegato comunale e del giovane, i carabinieri hanno scoperto che era proprio il 20enne a recarsi in Municipio e timbrare il cartellino per conto del dipendente comunale, mentre il 55enne continuava tranquillamente a svolgere lavori privati. Il cartellino è stato recuperato e sequestrato. Anche il 20enne è stato denunciato.

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!