‘Ciolo’ esposto a sale e maltempo. Mezzo milione per recuperarlo

Gagliamo del Capo. L’intervento è finanziato dalla Provincia. E dal Comune 40mila euro per mettere in sicurezza la baia dall’erosione

GAGLIAO DEL CAPO – Se è vero che anche i più grandi hanno bisogno di un ritocco di tanto in tanto, non stupirà il fatto che la Provincia di Lecce corre in soccorso di un grandissimo, il ponte “Ciolo” che domina la località omonima nei pressi di Leuca e costituisce una tappa obbligata per i visitatori in terra salentina. Salsedine ed intemperie hanno fatto la loro su calcestruzzo ed armature ed ora la struttura necessita di un intervento di manutenzione straordinaria e di prevenzione strutturale, che sarà finanziato per 557mila euro da Palazzo dei Celestini che nei giorni scorsi ha pubblicato un bando per l’assegnazione dei lavori. Che consistono nel consolidamento delle strutture fondali e in un complessivo intervento di recupero statico della parte esterna, tramite l'asportazione e il rifacimento di alcune sezioni di calcestruzzo ormai fortemente compromesse, il recupero delle armature metalliche, l'applicazione di elementi di rinforzo in fibra di carbonio. Nel deliberare l’intervento di recupero, la Provincia ha risposto alla richiesta del Comune di Gagliano del Capo, in allarme per la “salute” del ponte ma anche dell’intero costone a rischio erosione. L’Amministrazione comunale intanto ha approvato un progetto da 40mila euro permettere in sicurezza la baia su cui il ponte si affaccia e che è esposta quotidianamente ad un violento fenomeno erosivo.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!