Crisi, più fallimenti aziendali e società in perdita

E’ record di fallimenti. Il dato allarmante arriva dall'Ufficio del Dipartimento delle Finanze

Nel 2009, come riporta Giovanni D’Agata, componente del Dipartimento Tematico Nazionale “Tutela del Consumatore” di Italia dei Valori e fondatore dello “Sportello dei Diritti”, sono aumentate le procedure di fallimento nei dati sulle dichiarazioni fiscali delle societa' relative all'anno d'imposta 2009. “La crisi economica puo' spiegare il forte incremento delle dichiarazioni presentate da societa' in situazione di fallimento (+61,67%) o estinte (+52,08%)”, si legge in una nota. La situazione di “congiuntura negativa si riflette inoltre sulla quota di societa' in utile, calate di oltre due punti percentuali (ora al 57,9%) e, conseguentemente, aumenta il numero dei contribuenti in perdita (37%, contro il 35% del 2008)”. Giovanni D’AGATA

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Info sull'autore

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!