Povertà. ‘Impegno per tutti, non solo per il volontariato’

Lecce. Loredana Capone critica l’immobilismo dell’Amministrazione Perrone nel far fronte alle nuove fragilità

LECCE – A Lecce sono circa 2000 le famiglie che vivono in condizioni di sperate. Sono i nuovi poveri, di età compresa tra i 50 ed i 55 anni, con moglie e figli a carico, che hanno perso il lavoro e non lo ritroveranno più. Commentando questi dati resi noti recentemente dalla Caritas Loredana Capone, candidata alle Primarie leccesi, punta il dito contro l’operato dell’Amministrazione Perrone. “La lotta contro la povertà – dice Capone -, a sostegno di chi vive una condizione di disagio e fragilità, non può essere ingaggiata soltanto dal volontariato laico e cattolico e dalla Caritas. C’è bisogno di creare strutture d’accoglienza per prendersi cura di chi è in difficoltà e teme di non farcela, soprattutto in questo momento di emergenza: l'Amministrazione comunale lo sa”?

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!