Crolli dopo i lavori, Perrone scrive ad Aqp

Lecce. “I cedimenti strutturali non sono da addebitare all’Amministrazione”. Il sindaco sollecita interventi

LECCE – “La responsabilità dei gravi disagi ai danni dei cittadini che risiedono nelle vie S. Nicola, Calore e Adriatica, non è da addebitare in alcun modo a questa Amministrazione comunale”. Lo ribadisce a chiare lettere il sindaco Paolo Perrone dopo le numerose lamentele giunte nei giorni scorsi da parte dei cittadini interessati dal disagio. Nelle strade in questione si sono registrati dei cedimenti strutturali in corrispondenza di alcuni scavi eseguiti dalla ditta Scavi Sud di Cannole per conto di Acquedotto pugliese. Dopo aver sollecitato più volte Aqp e l’azienda esecutrice dei lavori a provvedere a risanare la situazione, Perrone oggi ha scritto all’amministratore delegato e al direttore generale di Aqp, Ivo Monteforte e Massimiliano Bianco chiedendo di “intervenire con sollecitudine, al fine di garantire il rispetto, a norma di legge, delle prescrizioni previste in materia e a ripristinare con immediatezza le sedi stradali interessate, in modo tale da assicurare condizioni dignitose di vivibilità ai residenti della zona”.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!