Bigiotteria pericolosa. Maxi sequestro della Finanza

Lecce. I finanzieri della Compagnia di Lecce hanno ritirato 54.944 pezzi in vendita. Erano privi delle necessarie indicazioni sull’etichetta

LECCE – 54.944 generi di prodotti di bigiotteria sono stati sequestri nella giornata di ieri dai finanzieri della Compagnia di Lecce, in quanto privi dei requisiti richiesti dal Codice del Consumo (D.Lgs. 206/2005). In particolare, sulle confezioni e sulle etichette dei beni sottoposti a sequestro, mancavano le indicazioni, in lingua italiana, della denominazione legale o merceologica del prodotto, del nome, della ragione sociale o del marchio del produttore o dell’importatore, dell’eventuale presenza di sostanze che possano arrecare danno all’uomo, alle cose o all’ambiente e delle eventuali precauzioni sull’utilizzo del prodotto in condizioni di sicurezza. Il titolare dell’attività sottoposta a controllo, un cittadino extracomunitario di 48 anni residente nell’hinterland del capoluogo, è stato denunciato per la violazione delle disposizioni del Codice del Consumo per la quale è prevista una sanzione amministrativa che può supera-re i 25mila euro. Nel corso dell’operazione, coordinata dal Comando Provinciale di Lecce, le Compagnie di Lecce e Gallipoli hanno sequestrato numerosi capi ed accessori di abbigliamento che recavano griffe di note marche abilmente contraffatte sia nel centro storico leccese che in quello gallipolino. Sequestrati anche numerosi cd e dvd riprodotti illecitamente e venduti sulle bancarelle o comunque per strada. In questo caso, due persone sono state denunciate alla Procura della Repubblica presso il Tribunale Civile e Penale di Lecce.

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!