Circonvallazione. 7 milioni dal Cipe

Casarano. Il finanziamento servirà per la realizzazione del III lotto, che parte da contrada “Ceneri” e termina vicino alla zona industriale

CASARANO – Ulteriore passo in avanti per il completamento della Circonvallazione di Casarano. Il 21 dicembre scorso, la Corte dei Conti ha registrato la delibera Cipe n. 62/2011 del 3 agosto 2011 che prevede il finanziamento di oltre 7 miliardi di euro per interventi infrastrutturali in tutto il Mezzogiorno. Tra gli interventi finanziati rientra anche la variante all’abitato di Casarano per complessivi 7 milioni di euro. Si tratta del finanziamento per la realizzazione del III lotto dell’opera che, com’è noto, è stata inaugurata il 6 luglio scorso, ma ancora incompleta. Il III lotto riguarda il tratto di tangenziale che parte da contrada “Ceneri” e termina vicino alla zona industriale. A dare notizia dello sblocco del finanziamento è stato l’assessore provinciale alle Politiche per l’Energia, Gianni Stefano, in predicato di diventare candidato alla carica di sindaco della coalizione di centrodestra alle elezioni amministrative della prossima primavera. “Prosegue l’attuazione del ‘Piano per il Sud’ ottenuto grazie all’impegno dell’allora ministro Fitto – si legge nella nota di Stefano – che per primo si è fatto promotore degli interessi del Mezzogiorno e della nostra terra per impiegare le risorse su progetti rientranti in un quadro di miglioramento della viabilità stradale provinciale. Con questo ulteriore passo in avanti sarà redatta in tempi rapidi la progettazione definitiva dei lavori e l’appalto degli stessi”. L’esponente del Pdl, inoltre, rivela che la Provincia, in sede di progettazione del III lotto della tangenziale, potrebbe dare priorità di cominciare i relativi lavori non dall’attuale terminale della circonvallazione, situato in contrada “Ceneri” sulla provinciale Casarano-Taviano, ma dalla parte opposta nei pressi del quartiere di “Pietra Bianca”. “L’Amministrazione provinciale – aggiunge Stefano – nell’esecuzione dei lavori, cercherà di dare riscontro prioritario alle istanze pervenute dai residenti di contrada ‘Pietra Bianca’ per far sì che l’opera da realizzare contribuisca, quanto prima, a decongestionare il traffico sempre più intenso del quartiere e migliorare il collegamento dello stesso con la viabilità attualmente esistente”. Il recente trasferimento nel quartiere (via Spagna) dei servizi ambulatoriali dell’Asl ha in effetti aumentato considerevolmente il traffico veicolare in quella zona collegata al resto della città, tra l’altro, da una sola strada (via Alto Adige). “Ancora una volta – conclude l’assessore provinciale – fatti concreti e non parole sgomberano il campo da tutte le polemiche strumentalmente messe in atto da esponenti politici locali nel tentativo di distogliere l’attenzione da un’azione amministrativa efficace che raccoglie importanti risultati frutto dell’impegno e dell’attenzione alle istanze dei cittadini”.

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Info sull'autore

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!