Pastorizze, gas maleodoranti. Chiuso biostabilizzatore

ll biostabilizzatore è della 'Progetto ambiente provincia di Lecce srl'

Poggiardo. Molti gli esposti di cittadini. Scatta il sequestro preventivo per le emissioni maleodoranti dell’impianto della ‘Progetto ambiente provincia di Lecce’

Dopo numerosi esposti di cittadini e associazioni ambientaliste, che denunciavano le emissioni maleodoranti provenienti dall’impianto di proprietà della “Progetto ambiente Provincia di Lecce srl”, è scattato il sequestro preventivo, su richiesta del pm Negro e validato da gip Maritati. Le indagini sono state condotte dal Noe di Lecce e dalla Polizia provinciale. Sono ora in corso ulteriori accertamenti, anche se è chiaro che tra Poggiardo e Giuggianello gli abitanti hanno da tempo dovuto respirare gli odori nauseabondi, tali per cui il reato contestato a tre persone è “getto pericoloso di cose”. Il pm ha concesso 15 giorni per l’eventuale adeguamento degli impianti sequestrati, per i quali è in corso un consulenza tecnica a cura di Barbara Valenzano, ingegnera dell’Arpa Puglia. L'impianto, da tempo al centro di numerose polemiche, è stato scartato dall'ATO2 come candidato per accogliere i rifiuti da biostabilizzare per poi destinarli alla discarica sulla fonte di Corigliano, proprio perché non dava sufficienti garanzie di poter rendere inerti i rifiuti. Come denunciato nell'aprile di quest'anno in un'interrogazione parlamentare dei senatori puglliesi del M5S.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!