Pastorizze, gas maleodoranti. Chiuso biostabilizzatore

ll biostabilizzatore è della 'Progetto ambiente provincia di Lecce srl'

Poggiardo. Molti gli esposti di cittadini. Scatta il sequestro preventivo per le emissioni maleodoranti dell’impianto della ‘Progetto ambiente provincia di Lecce’

Dopo numerosi esposti di cittadini e associazioni ambientaliste, che denunciavano le emissioni maleodoranti provenienti dall’impianto di proprietà della “Progetto ambiente Provincia di Lecce srl”, è scattato il sequestro preventivo, su richiesta del pm Negro e validato da gip Maritati. Le indagini sono state condotte dal Noe di Lecce e dalla Polizia provinciale. Sono ora in corso ulteriori accertamenti, anche se è chiaro che tra Poggiardo e Giuggianello gli abitanti hanno da tempo dovuto respirare gli odori nauseabondi, tali per cui il reato contestato a tre persone è “getto pericoloso di cose”. Il pm ha concesso 15 giorni per l’eventuale adeguamento degli impianti sequestrati, per i quali è in corso un consulenza tecnica a cura di Barbara Valenzano, ingegnera dell’Arpa Puglia. L'impianto, da tempo al centro di numerose polemiche, è stato scartato dall'ATO2 come candidato per accogliere i rifiuti da biostabilizzare per poi destinarli alla discarica sulla fonte di Corigliano, proprio perché non dava sufficienti garanzie di poter rendere inerti i rifiuti. Come denunciato nell'aprile di quest'anno in un'interrogazione parlamentare dei senatori puglliesi del M5S.

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Info sull'autore

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati