Tre nuovi parchi in città

Otranto. L’obiettivo è sopperire alla mancanza di spazi verdi. I lavori per la realizzazione dei tre progetti sono già partiti

OTRANTO – Tre parchi per i più piccoli. L’obiettivo è sempre lo stesso: rendere la città sempre più a misura di bambino. E così, dopo l’impegno per la realizzazione di un adeguato polo scolastico, attualmente in fase di completamento, e un polo di impianti sportivi che consenta la pratica delle diverse discipline sportive, con il recupero della tendo-struttura mai ultimata, il Comune ha dato il via ai lavori per la realizzazione di alcuni parchi ricreativi sul territorio cittadino. Una priorità del programma amministrativo che aveva puntato l’attenzione sulla carenza di spazi con verde attrezzato dove poter far trascorrere del tempo libero ai bambini, ma anche ai meno giovani. Sono ormai cantierizzati i lavori per la realizzazione di un parco naturalistico-ricreativo nell’area pinetata di proprietà comunale, sita in località Alimini, compresa fra la strada provinciale Otranto-San Cataldo e la pineta di proprietà del Comprensorio Alimini (vedi foto in alto). Si avrà, così, la possibilità di fruire di uno spazio bello e suggestivo, con un percorso che consentirà una lunga passeggiata negli oltre 30 ettari di pineta e macchia mediterranea, lungo la quale si posizioneranno alcune piazzole dotate di attrezzi per poter praticare sport a proprio piacimento. Questo intervento si è reso possibile grazie ad un contributo di 250.000 euro, messo a disposizione dall’Assessorato alle Politiche Agricole e Forestali della Regione Puglia con la Misura 2.2.7 del PSR che finanzia la manutenzione, la rinaturalizzazione e la valorizzazione naturalistico-ricreativa delle zone boschive. Nel frattempo si è dato avvio anche ai lavori del nuovo parco cittadino previsto all’ingresso di Otranto, strada statale 16 (area prospiciente la stazione di carburanti Agip).

parco Otranto

Qui si realizzerà, oltre ad un nuovo parcheggio di circa 270 posti auto, un’area a verde con pista podistica e ciclabile, con piazzole attrezzate per l’attività sportiva, un’area giochi per i più piccoli e una zona anfiteatro. E’ previsto, inoltre, anche un edificio che potrà ospitare un punto ristoro e i servizi igienici. Quest’opera viene realizzata da privati. Nel frattempo, in questi giorni riprenderanno i lavori di completamento del parco giochi urbano in zona Fanghi, grazie al contributo Prusst che l’Amministrazione comunale è riuscita ad ottenere dopo oltre un decennio dall’avvio del programma.

parco Otranto 2

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!