L'Orchestra Valente davanti al papa

Casarano. L’appuntamento con Benedetto XVI è per domani mattina. Gli allievi della scuola si esibiranno e doneranno al pontefice un quadro di S. Cecilia

CASARANO – Si esibiranno in Vaticano, al cospetto papa Benedetto XVI, i bambini-musicisti della scuola musicale di Salvatore Valente. Oltre ad essere un’esperienza unica per bambini e ragazzi tra i quattro e i 15 anni, si tratta sicuramente di una tappa fondamentale per l’associazione “Orchestra Filarmonica Valente Onlus” che svolge la propria attività, con enormi disagi, a Casarano in via Solferino. L’appuntamento con Sua Santità è per domani mattina nel corso della consueta udienza generale. Grazie all’interessamento di Egidio Cecere, uno dei collaboratori del maestro Valente, che ha avuto i contatti con la Prefettura Pontificia, l’associazione non solo è riuscita ad ottenere udienza al pontefice, ma anche ad avere la concessione di suonare un pezzo del loro repertorio (il brano scelto è “Amore possibile” scritto dallo stesso Valente). Come se non bastasse, è stata concessa anche la possibilità a quattro piccoli orchestrali di consegnare al Santo Padre dei doni, tra cui un quadro raffigurante S. Cecilia, protettrice dei musicisti, opera della signora Marisa Nitti componente dell’associazione. I musicisti in erba, i loro genitori e i collaboratori della scuola sono entusiasti dell’occasione. La gioia di tutti i bambini, nonché dei genitori, è tale che ad oggi la scuola musicale ha dovuto già prenotare tre pullman. Da quando è arrivato il fax di conferma dal Vaticano, i ragazzi hanno iniziato in maniera serrata a provare per esibirsi al meglio di fronte a papa Ratzinger. Per questo obiettivo, tra l’altro, l’orchestra ha chiesto ed ottenuto dalla parrocchia “Maria SS. Annunziata” la disponibilità del cinema parrocchiale. L’associazione “Orchestra Filarmonica Valente Onlus” si è costituita da poco meno di un anno ed è composta da oltre 130 bambini, di età compresa tra i quattro e i 15 anni, musicisti in erba che apprendono e suonano strumenti difficili come il violino, il violoncello, il sassofono, la tromba, la batteria.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!