1° Rally del Barocco Salentino: trionfo per il duo D'Amico

La Lancia Delta HF FAS del tandem Claudio e Fabrizio D'Amico fa suo il 1° Rally del Barocco Salentino. Secondo classificato il duo Ivan Pisacane-Salvatore Invidia

I fratelli Claudio e Fabrizio D’Amico si aggiudicano il “1° Rally del Barocco Salentino” 1° Trofeo Solar Ingegneria a bordo della loro Lancia Delta HF FA8.Il tandem D’Amico ha fatto registrare il tempo di 22’19.9 precedendo la Renault Clio S1600 dei secondi classificati Ivan Pisacane e Salvatore Invidia della Casarano Rally Team. Sul gradino più basso del podio sono saliti Alessio De Santis e Barbara Casciaro grazie alle performance della loro Peugeot 206 A8/WRC. Alla manifestazione automobilistica – indetta dalla Commissione Sportiva Automobilistica Italiana (Csai) e organizzata dall’Asd “SalentoMotori” di Tricase, hanno partecipato 49 equipaggi , i quali in attesa di prendere maggiore confidenza con le rispettive vetture e assetti di gara, hanno dovuto affrontare le insidie di un asfalto umido. Il duo D’amico impiega poco a indirizzare la gara nel verso giusto riuscendo a cogliere il miglior tempo di 7’33 già nel primo passaggio, con la coppia Pisacane-Invidia a tallonare con un ritardo di 8.8. Subito dietro la Ford Escort Cosworth di Marco De Marco e Paolo Potera completa il trio di testa della competizione. Nel secondo passaggio si fa sotto la Pegout 206 A8/WRC dell’accoppiata De Santis-Casciaro in seconda posizione, con i D’amico che continuano a farla da padroni. La terza tranche della P.S. “Calino” conferma la supremazia della Lancia Delta dei due fratelli, mentre al secondo posto si piazzano De Rosa e Natale a bordo della loro Renault new Clio R3C, abili a precedere la coppia Pisacane-Invidia. Nel quarto ed ultimo passaggio, la Lancia Delta HF di D’Amico-D’Amico rimane con il muso davanti fino alla fine, complice il cospicuo vantaggio accumulato durante la gara ottenendo il meritato primo posto nella classifica assoluta. Oltre al miglior tempo conseguito da De Santis-Casciaro, si registra l’incredibile cappottamento della Renault Clio di De Rosa-Natale. Al termine della gara, il pilota Claudio D’Amico non trattiene le sue emozioni: “Siamo soddisfatti per l’esito finale della giornata e vogliamo ringraziare il pubblico presente su tutto il tracciato; vincere con questa vettura regala un’emozione decisamente particolare”.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!