Select your Top Menu from wp menus

Parlare. A volte basta un segno

Lecce. La facoltà di Lingue dell’Università dal Salento promuovere un seminario sulla lingua dei segni Lis. Iscrizioni entro il 15 dicembre

LECCE – A volte un segno è più efficace di tante parole. A volte basta un gesto per dirsi tutto. La Facoltà di Lingue e Letterature straniere dell’Università del Salento promuove un seminario di studio sulla lingua Lis, la lingua dei segni italiana. Un tempo linguaggio per pochi, da tenere per sé, da non condividere, quasi da nascondere. Oggi il punto di vista nei confronti della lingua dei segni è cambiato e se ne è capito l’assoluto fascino e l’importanza, per comunicare in piena libertà con tutti. Il seminario, della durata di 30 ore, ha come scopo l’avvicinare un numero sempre maggiore di persone alla conoscenza della lingua utilizzata dalle persone sorde. I “segni” usati non sono un semplice insieme di “gesti” o “mimi” per comunicare, essi hanno una grammatica ben precisa, regole per i verbi, per il singolare e il plurale, una sintassi e un lessico: costituiscono una vera e propria lingua, al pari delle lingue vocali. Il seminario è promosso in collaborazione con AEEOS onlus (Associazione europea ed extraeuropea operatori specializzati). Le iscrizioni – che devono avvenire entro il 15 dicembre 2011 – possono essere effettuate direttamente presso la Segreteria di Facoltà o inviando una e-mail all’indirizzo [email protected]. In allegato il programma del seminario.

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!