Il Centro di laparoscopia nel nome di Martina

Sondalo. La Asl della Valtellina ha intitolato la struttura al medico di origine casaranese recentemente scomparso

SONDALO – L’azienda ospedaliera della Valtellina e della Valchiavenna (Lombardia) ha deciso di intitolare al medico casaranese Giorgio Martina, recentemente scomparso, il Centro di laparoscopia avanzata dell’ospedale “Morelli” di Sondalo (Sondrio). La toccante cerimonia si è svolta l’8 novembre scorso presso il reparto, di cui è stato artefice e direttore, alla presenza dei famigliari, dei colleghi, di numerose autorità e di semplici cittadini. Tra i presenti, il direttore dell’azienda sanitaria, Luigi Gianola, che ne ha ricordato la figura ed il ruolo; i colleghi Pierluigi Giumelli e Salvatore Scuzarella che hanno raccolto a Sondalo la sua eredità. Tra i presenti anche il vescovo di Como e Sondrio, Diego Coletti. Originario di Casarano, Giorgio Martina ha dedicato gran parte della sua vita professionale alla “laparoscopia urologica avanzata”, eseguendo come primo operatore oltre 1.300 interventi e promuovendo l’utilizzo della metodica ben oltre i confini aziendali e regionali. Per un brevissimo periodo si è legato in convenzione anche con l’Asl di Lecce, operando presso il reparto di Urologia dell’ospedale “Ferrari” di Casarano. Martina era una figura carismatica caratterizzata da “una umanità accattivante, da una grande professionalità, da una straordinaria determinazione”, ha ricordato il direttore Gianola.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!