Boxe: quarto match per Santoro

Il 4°match tra i professionisti del boxeur Antonio Santoro si terrà il primo dicembre alle ore 21

Quando esplode una dinamite gli effetti sono irreversibili e talvolta la rapida reazione chimica si aspande in tutto il territorio circostante; nelle piazze, nei bar, per le strade, per fino in televisione. A circa due mesi dall’ ultima uscita in quel di Merine (frazione di Lizzanello), l’atleta della “Conti Cavini” è pronto a mettere in moto il cuore pulsante del salento con i suoi colpi esplosivi che, dallo scorso giugno fino a settembre, hanno fatto tanto male a Zoltan Horvat, Ferenk Sarkozy e Adam Csipak, pugilatori di buon livello caduti come birilli dinanzi all’impeto del ventinovenne leccese. In realtà Santoro avrebbe dovuto già combattere lo scorso 11 novembre per quello che sarebbe stato il suo primo match professionistico fuori dalle mura salentine, ma il perentorio rifiuto dello sfidante, oltre a far slittare il ritorno di “El Dynamite” sul quadrato, ha lasciato intendere quanto sia temibile l’ostacolo Santoro e come l’eco delle sue randellate arrivi fino al nord Italia. Il 4°match tra i professionisti del boxeur Antonio “El Dynamite” Santoro, si terrà il 1 dicembre alle ore 21, presso gli studi di Telerama e vi si potrà assistere in diretta televisiva. «Un ringraziamento particolare è rivolto al mio sponsor ufficiale Minnie.bet – dice Santoro – che da mesi si fa carico di tutte le spese dei miei incontri dando lustro alla mia immagine. Dopo questo match ho intenzione di concludere il 2011 con un altro impegno: probabilmente, prima di Capodanno sarò presente a Veglie in una serata organizzata in collaborazione con gli “Amici del Pugilato” di Lecce, diretta dal mio tecnico, Toni Mannarini». L'organizzazione del secondo e ravvicinato evento pugilistico in quel di Veglie significherebbe il quinto incontro “pro” per Santoro nell'arco di soli sei mesi dall'esordio datato 11 giugno. Un dato statistico mai riuscito nella storia della boxe salentina e che impreziosirebbe la carriera del campione leccese. Per quanto concerne l'imminente match del primo dicembre che si svolgerà sulla lunghezza delle sei riprese per la categoria dei pesi welter, non si sanno ancora con esattezza le generalità del nuovo sfidante. Per Antonio Santoro però poco importa, lui abbina la stoffa dei grandi all'enorme caparbietà di chi tira dritto per la sua strada con il chiodo fisso di scalare la classifica professionistica del circuito nazionale, e diventare un modello per le nuove generazioni che già da un pezzo si identificano in lui.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!