Prestiti alle imprese, +6,3% nel Salento

Lecce. Nei primi otto mesi del 2011 sono stati concessi 3 miliardi e 968 milioni di euro

LECCE – Aumentano i prestiti alle imprese, ma persistono ancora grosse difficoltà nell’accesso al credito. Lo rileva l’Osservatorio Economico di Confartigianato Imprese Lecce in base ad un’elaborazione dell’Ufficio studi effettuata sulle “Statistiche creditizie provinciali” della Banca d’Italia. In particolare, in provincia di Lecce, la dinamica del credito è cresciuta del 6,3 per cento al 31 agosto scorso rispetto al 31 agosto 2010; è aumentata del 6,1 per cento tra luglio 2010 e luglio 2011 e del 7,2 per cento tra giugno 2010 e giugno 2011. Dall’inizio dell’anno al 31 agosto, sono stati concessi alle imprese 3 miliardi e 968 milioni di euro, di cui un miliardo e 229 milioni erogati ad imprese con meno di venti unità. Si tratta di prestiti cosiddetti “vivi”, cioè finanziamenti al netto delle sofferenze e delle operazioni pronto conto termine. Alle imprese di Bari sono stati concessi 11 miliardi e 799 milioni, a quelle di Foggia 4 miliardi e 304 milioni, a quelle di Taranto 2 miliardi e 195 milioni, a quelle di Brindisi 1 miliardo e 609 milioni, a quelle della Bat (Barletta-Andria-Trani) 2 miliardi e 56 milioni. Sommando i volumi di finanziamento delle sei province pugliesi si arriva a quota 25 miliardi e 933 milioni. Una cifra che, complessivamente, è lievitata del 6,4 per cento tra agosto 2010 e agosto 2011, ma che rappresenta appena il 2,8 per cento del totale dei prestiti concessi in Italia. In Italia, infatti, sono stati dati 924 miliardi e 763 milioni al 31 agosto, con una variazione positiva dell’3,8 per cento. Nel contesto nazionale, il Mezzogiorno è fanalino di coda con 129 miliardi e 114 milioni erogati, preceduto dal Centro (208 miliardi e 567 milioni), dal Nord-est (247 miliardi e 980 milioni), dal Nord-ovest (339 miliardi e 102 milioni) e dal più “ricco” Centro-nord con ben 795 miliardi e 649 milioni. Riguardo al credito alle famiglie, dall’inizio dell’anno al 31 agosto, nel Salento, sono stati concessi 3 miliardi e 779 milioni di euro, con una variazione positiva su base annua di 5,2 punti percentuali. Rappresentano lo 0,8 per cento del totale dei finanziamenti in Italia. Un punto in meno rispetto al capoluogo di regione (1,8 per cento del totale) dove sono stati dati 8 miliardi e 724 milioni. Allargando lo sguardo, alle famiglie pugliesi sono stati erogati 23 miliardi e 291 milioni, pari al 4,8 per cento; alle famiglie del Mezzogiorno 108 miliardi e 921 milioni, pari al 22,3 per cento. Alle famiglie italiane 487 miliardi e 694 milioni.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!