Museo Castromediano e Villa Mellone. Ok ai progetti

Lecce. L’intervento sugli spazi esterni del Castromediano costerà 750mila euro; quello sulla Villa, 500mila euro

LECCE – Il completamento degli spazi esterni del museo provinciale “Sigismondo Castromediano” e il restauro del primo piano di Villa Mellone di Lecce sono ai nastri di partenza. Entrambi i progetti definitivi per le due opere sono stati, infatti, “licenziati” dalla Giunta provinciale, presieduta da Antonio Gabellone. I due interventi sono attesi perché nascono allo scopo di migliorare la fruibilità di strutture di grande rilievo per tutto il territorio salentino, “con l’obiettivo dell’attenzione costante al patrimonio e alle proprietà dell’Ente”, ha dichiarato l’assessore alla Gestione e valorizzazione del Patrimonio della Provincia di Lecce Pasquale Gaetani. L’intervento sugli spazi esterni del Museo provinciale, previsto nel Programma triennale dei Lavori Pubblici 2011-2013, realizzerà lavori di sistemazione e di arredo esterno. L’impegno di spesa è di 750mila euro. In particolare, per la recinzione saranno demolite e rimosse le balaustre in pietra leccese, che in parte sono ancora oggi esistenti sull’ingresso principale di viale Gallipoli (cancello e ringhiere laterali) e che sono state realizzate durante l’ultimo conflitto mondiale a sostituzione delle ringhiere in ferro originali. Il muro di cinta sarà sottoposto ad una revisione generale, consistente nella sostituzione dei conci in pietra leccese, e su di esso verrà riproposta la ringhiera in ferro battuto originale, analoga a quella in parte già esistente. Inoltre, dalla parte dell’ingresso principale (viale Gallipoli), sono previsti i lavori di rimozione del marciapiede, indispensabile per l’abbattimento delle barriere architettoniche e per far defluire meglio le acque piovane, di realizzazione di un basolato in pietra calcarea dura e di allargamento delle aiuole per dare maggiore profondità al verde e alle facciate. Le opere di arredo a completamento della sistemazione esterna riguarderanno, poi, la posa in opera di panchine, lampioni e dissuasori in ghisa, da collocare sullo spazio antistante l’ingresso principale, al fine di interdire alle vetture il transito e il parcheggio. Di grande impatto anche i lavori di completamento del restauro del primo piano di Villa Mellone a Lecce. Il progetto definitivo prevede, infatti, un intervento sull’immobile che permetterà, con un impegno di spesa di 500mila euro, di recuperare i dipinti murari rimasti nascosti al primo piano, e che si intravedono in alcuni punti delle pareti grazie al distacco naturale degli strati di copertura. Infine, si interverrà sulla manutenzione delle pavimentazioni solari di copertura dei due piani, per garantire l’impermeabilizzazione dei locali sottostanti.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!