Torneo Paralimpico di Ping Pong: Vitti ha la meglio

Si è disputato l’1 novembre il primo Torneo Regionale Paralimpico di tennistavolo in concomitanza al Torneo Provinciale Giovanile FITeT. Successo per Enzo Vitti

Giornata di grande sport il primo novembre a Corsano, dove ha avuto luogo il primo Torneo Regionale Paralimpico di tennistavolo, contemporaneamente al Torneo Provinciale Giovanile FITeT. A sfidarsi su quattro tavoli di ping pong nella palestra di piazza San Biagio gli atleti delle squadre di Nardò, Vernole, Tricase, Lecce e Casarano. Una giornata di festa all'insegna dello sport che si è sviluppata grazie all'impegno del responsabile regionale del settore paralimpico Giampiero Turco del presidente provinciale FITeT Mario Ingletti e il delegato provinciale CIP, Antonio Vernole. A tal proposito, quest'ultimo così si è espresso: “E' la prima volta che assisto ad un torneo organizzato dalla Federazione di tennistavolo. Questo è uno sport che si può avvicinare molto all’attività paralimpica perché effettivamente i regolamenti tecnici di FITeT e CIP in merito a questa attività sono molto simili, l’unica differenza si riscontra proprio nella disabilità degli atleti. L’unione fra CIP e FITET trova riscontro anche a livello nazionale, ma è un’affinità presente anche con altri sport, come la scherma; infatti lo scorso anno i mondiali paralimpici di Messina sono stati svolti in concomitanza a quelli per normodotati”. Qui di seguito i vincitori Primo torneo paralimpico a Enzo Vitti Classe 6/10: Paolo Congedo (Utopia Sport) Categoria “Allievi”: Luci (Nardò) Categoria Under 21: Davide Borgia Categoria Juniores: Andrea Turco

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!