Disabili lievi. Apre il Centro diurno

Lecce. Ospiterà 50 ragazzi e ragazze dei Comuni dell’Ambito di Lecce 1. Oggi l’inaugurazione

LECCE – Appuntamento alle ore 11 in via Vecchia Carmiano. Sarà inaugurato oggi dal sindaco Paolo Perrone e dal presidente dell’Ambito Sociale di Zona Lecce 1, Roberto Martella il Centro diurno polivalente per disabili lievi. All’interno della struttura è prevista la presenza di 50 ragazzi e ragazze presenti nei comuni facenti parte dell’Ambito che potranno usufruire dei servizi erogati dal Consorzio Europa che si è aggiudicato l’appalto. I cittadini diversamente abili che frequentano il Centro avranno la possibilità di utilizzare il servizio trasporto, a bordo di pullman adeguati; saranno prelevati dalla propria residenza e riportati a casa al termine della giornata. Il servizio mensa verrà garantito dalla fornitura di pasti attraverso il servizio catering. Il Centro sarà aperto dal lunedì al venerdì, dalle ore 9 alle ore 17; gli utenti potranno scegliere se effettuare il tempo pieno, oppure utilizzare la struttura soltanto nelle ore mattutine o pomeridiane. All’interno della struttura sarà presente personale qualificato nel pieno rispetto del regolamento regionale: educatori professionali , animatori sociali, operatori socio-sanitari, infermieri, polifunzionali. Le attività realizzate saranno adeguate alle competenze dei ragazzi, secondo percorsi individualizzati e di gruppo omogenie. Saranno effettuate anche attività ludiche e ricreative, attività manuali, di cura della persona. L’obiettivo è quello di far raggiungere ai ragazzi gradi di autonomia sempre più elevati.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!