Il concorso internazionale ‘Tito Schipa’ per ‘L'elisir d'amore’

Lecce. L’evento, dal 10 al 15 dicembre. Le domande per partecipare scadono il 3 dicembre. In palio anche il premio speciale “Gaetano Donizetti”

LECCE – La novità: per la 13esima edizione del Concorso Internazione “Tito Schipa”, con la direzione artistica del musicologo Maurilio Manca, organizzato e promosso dall'associazione Amici della Lirica “Tito Schipa” e dalla Fondazione “Schipa” – Ente Morale, è stato siglato quest'anno il protocollo d'intesa tra la Provincia di Lecce, la Fondazione Ico “Tito Schipa” e l’associazione Amici della Lirica. La kermesse per giovani cantanti lirici, come dicevamo, quest’anno promossa con il contributo della Provincia di Lecce, della Regione Puglia, della Fondazione Ico “Tito Schipa” di Lecce, del Conservatorio di Musica “Tito Schipa” di Lecce, oltre che di diversi enti privati, si svolgerà a Lecce dal 10 al 15 dicembre. L’altra novità: grazie all’accordo siglato fra l’assessorato alla Cultura della Provincia di Lecce, guidato da Simona Manca, la Fondazione Ico, e l’associazione Amici della Lirica, presieduta da Elvira Romano, i vincitori del concorso, dichiarati idonei da una giuria qualificata, vestiranno i panni del dottor Dulcamara (basso buffo), Adina (soprano), Nemorino (tenore), Belcore (baritono), Giannetta (soprano) nelle recite dell’Elisir donizettiano, programmate nel prossimo cartellone della Stagione Lirica della Provincia di Lecce presso il Teatro di Tradizione Politeama Greco di Lecce. Come ha detto la vicepresidente della Provincia Simona Manca nella conferenza stampa di presentazione, il protocollo d’intesa “segna la svolta del corso di questo evento. E a un progetto importantissimo di tradizione consolidata di livello internazionale la Provincia ha voluto dare il suo contributo”; inoltre “i candidati avranno la possibilità di contendersi i ruoli dell'opera l'Elisir d'Amore di Donizetti nell'ambito della Stagione Lirica 2012. Ci auguriamo che tra i tanti partecipanti provenienti da tutti i paesi ci siano anche i nostri talenti salentini”. “La firma del protocollo è motivo di orgoglio per la nostra associazione nata quarant’anni fa, mentre il concorso ha tredici edizioni, nato nell'84 si tiene ogni due anni. Nel corso degli anni ci ha dato tante soddisfazioni”, ha detto Elvira Romano, presidente dell’associazione. Per partecipare al Concorso, il limite d’età: 35 anni per soprani, mezzosoprani e tenori; 38 anni per baritoni e bassi. Le domande di partecipazione scadono il 3 dicembre 2011. Per scaricare il bando www.concorsotitoschipa.it. Ma le novità non finiscono qui. Infatti il direttore artistico Maurilio Manca ha avuto la disponibilità del direttore artistico del “Bergamo Musica Festival Gaetano Donizetti” Francesco Bellotto a mettere in palio il “Premio speciale Gaetano Donizetti”, consistente in un invito ad un candidato del Concorso, scelto ad insindacabile discrezione dal rappresentante del Festival, a prendere parte ad un concerto o produzione operistica nell’ambito dell’evento bergamasco. Un’opportunità importante quindi per i giovani cantanti di qualsiasi nazionalità (limite d’età 35 anni per soprani, mezzosoprani e tenori; 38 anni per baritoni e bassi), che saranno chiamati a dimostrare le proprie capacità artistiche attraverso due fasi eliminatorie – la prima delle quali avrà valore anche di audizione con il direttore artistico della Stagione Lirica della Provincia di Lecce, che potrà selezionare alcuni elementi da impiegare eventualmente in altri titoli della Stagione Lirica 2012 –, una fase semifinale, e una finale. Quest’ultima fase (15 dicembre) si svolgerà sul palcoscenico del Teatro di Tradizione Politeama Greco, con la partecipazione dell’Orchestra Sinfonica “Tito Schipa” diretta da Marcello Panni, nell’ambito della Stagione Sinfonica della Fondazione I.C.O. Tito Schipa di Lecce. Della commissione giudicatrice, formata da nomi importanti del panorama musicale internazionale, faranno parte: Elvira Romano, in qualità di presidente dell’associazione Amici della Lirica; Eraldo Martucci, come rappresentante della Fondazione Tito Schipa – Ente Morale; Filippo Zigante, direttore artistico della Stagione Lirica 2011 della Provincia di Lecce; Marcello Panni, direttore artistico della Fondazione Ico Tito Schipa di Lecce; Luca Canonici, tenore e direttore artistico del Toscana Opera Festival; Francesco Bellotto, regista e direttore artistico del “Bergamo Musica Festival Gaetano Donizetti”; Angelo Gabrielli, direttore Agenzia Stagedoor, Leone Magiera, direttore d’orchestra; il direttore artistico del Concorso Maurilio Manca, per l’occasione anche nella veste di consulente casting della Hungarian State Opera di Budapest e della Stagione Lirica 2011. Le domande di partecipazione dovranno essere inviate all’indirizzo e-mail [email protected] o per posta entro e non oltre il 3 dicembre 2011 (vale il timbro postale) presso l’Associazione Amici della Lirica “Tito Schipa”, viale Don Minzoni, 3 – 73100 Lecce; bando di Concorso e info www.concorsotitoschipa.it – tel e fax 0832241439. “Le novità introdotte in questa tredicesima edizione – dichiara Maurilio Manca – legano fortemente il Concorso all’elemento produttivo, grazie al coinvolgimento della Stagione Lirica leccese e del Festival donizettiano, segnando una svolta significativa, da me più volte auspicata, nella storia della kermesse canora leccese. D’altra parte in un momento così difficile per il teatro musicale, come è quello che stiamo vivendo, risulta davvero importante offrire ai giovani nuovi spazi esecutivi dove poter esprimere le proprie capacità nell’arte del canto. Il mio auspicio è che veramente si abbia la possibilità di ospitare i migliori talenti attualmente in circolazione, in grado di garantire un grande successo al Concorso e alla prossima produzione leccese dell’Elisir d’amore.”

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!