Maratonina di Parabita: Buttazzo una spanna sopra

È ancora Gianmarco Buttazzo il “re” della podistica. L’atleta trionfa alla “Maratonina del Salento d’amare in 1h, 4’ e 25’”. Tra le donne successo per Paola Bernardo

Come da copione, Gianmarco Buttazzo stravince la “Maratonina del Salento d’amare” svoltasi a Parabita tagliando il traguardo in un’ora, quattro minuti e venticinque secondi. L’atleta dell’Esecito bissa la vittoria ottenuta alla “Stracittadina di Novoli” consacrandosi ancora una volta re della maratona. Buttazzo ha preceduto il secondo piazzato Giovanni Auciello (1h 4’ e 55’) e il terzo classificato Pasquale Rutigliano (1h 9’ e 15’) al termine di una manifestazione alla quale hanno preso parte seicento partecipanti che hanno scorazzato per le strade di Parabita, Alezio,Tuglie e Matino dinanzi ad una splendida cornice di pubblico. Tra le donne successo per Paola Bernardo seguita dalla salentina Sara Grasso e da Adalgisa Deriu. Terminata la gara podistica percorsa sulla lunghezza di 21 kilometri, un provato Buttazzo sostiene: “Questa è stata una tappa importante in prospettiva dell’appuntamento di Volpiano tra due settimane, gara fondamentale per un posto agli Europei di corsa campestre di dicembre in Polonia. Per quanto riguarda la prestazione odierna – prosegue Buttazzo – non sono riuscito di pochissimo a migliorare il personale, ma sono comunque soddisfatto per la netta vittoria”.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!