‘Un mondo a colori’. Studenti salentini da medaglia

Reggio Emilia. Gli allievi di cinque istituti della provincia di Lecce riceveranno la medaglia del presidente Napolitano per il concorso sull’incontro di culture

REGGIO EMILIA – Ci sono anche studenti salentini tra quelli che oggi verranno premiati a Reggio Emilia nell’ambito del concorso internazionale “Un mondo a colori”. E si tratta in particolare degli allievi del liceo classico Palmieri e del liceo classico Virgilio di Lecce, del liceo scientifico Redi di Squinzano, del liceo Quinto Ennio di Gallipoli e dell’Istituto d’arte Toma di Galatina. L’appuntamento è per le ore 10 nella Sala del Tricolore, dove si terrà la presentazione del libro “Un mondo a colori” realizzato dalla selezione dei migliori elaborati testuali e grafici tra quelli che hanno partecipato all’omonimo concorso. Il premio è organizzato dall’associazione Ponte Mediterraneo in collaborazione con l’azienda elettronica TELESystem e con i ministeri della Pubblica Istruzione e degli Esteri ed il Segretariato dei Premi Nobel per la Pace. I vincitori riceveranno oggi le speciali medaglie della Presidenza della Repubblica. La manifestazione, che di solito si svolge in Parlamento, quest’anno si tiene nella Sala del Tricolore in omaggio della ricorrenza del 150° dell’Unità d’Italia. Durante la manifestazione, saranno assegnati anche i riconoscimenti speciali ai lavori provenienti da numerose scuole italiane che sono stati selezionati tra i migliori. Alla presenza di tantissimi ragazzi di tutta Italia, che giungeranno a Reggio Emilia in rappresentanza delle oltre 5mila scuole superiori coinvolte, verranno letti brani dei racconti più belli e si premieranno gli elaborati artistici più originali: il concorso infatti chiedeva agli studenti delle scuole superiori italiane e a quelli degli Istituti Italiani di Cultura nel mondo, l’invio di elaborati testuali e grafici sul tema dell’incontro (e dello scontro) tre culture e religioni diverse. I migliori lavori, raccolti nel libro “Un mondo a colori” edito in collaborazione con TELESystem, verrà distribuito in tutte le scuole. Le epopee dei nuovi migranti, i drammi del mondo (dalle torri gemelle alle donne del Darfur), ma anche la profonda necessità di ridisegnare una sorta di nuovo patto sociale globale, vengono restituiti attraverso gli occhi attenti e sensibili dei giovani che in brevi tratti di penna (talvolta di alto livello) o in pochi spunti di colore, accompagnano il lettore direttamente all’essenza delle cose. E’ questo il senso del libro “Un mondo a colori” che, dopo il saluto dell’assessora Iuna Sassi, verrà presentato dal presidente dell’associazione Ponte Mediterraneo Salvatore Papa. Mauro Libè, in rappresentanza dei parlamentari che partecipano e sostengono il concorso, premierà i ragazzi vincitori consegnando loro le medaglie del presidente Napolitano. L’iniziativa si inserisce in un progetto più ampio (Progetto Dialogo – www.progettodialogo.it) che ha come punto di riferimento la Maratona Peoples Run – Memorial Madre Teresa di Tirana, vero e proprio simbolo del correre/camminare insieme. Il progetto, che ha i patrocini di Camera e Senato ed è realizzato in collaborazione con il Segretariato dei Premi Nobel per la Pace, si prefigge di contribuire ad una vera cultura dello scambio, più che della tolleranza, tra culture diverse. E’ una strada difficile, ma nell’epoca di internet è davvero l’unica possibile.

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Info sull'autore

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!