Se i luoghi hanno un sesso

Lecce. Incontro-dibattito con Ida Farè organizzato dalla Casa delle donne su “La casa, nido e nodo della storia delle donne”

LECCE – Ci sono i luoghi delle donne ed i luoghi degli uomini? O meglio: le donne vivono gli spazi in maniera differente rispetto agli uomini? Alle 18.30 di oggi, presso il Conservatorio di Sant’Anna a Lecce (via Libertini) la Casa delle Donne di Lecce organizza un incontro-dibattito con Ida Farè sul tema dello spazio sessuato, dal significativo titolo “La casa, nido e nodo della storia delle donne”. Ida Farè, urbanista e docente del Politecnico di Milano, e fra le animatrici del gruppo Vanda, “Laboratorio di ricerca su teoria e opere femminili in architettura”, formato da docenti, ricercatrici e studenti, insegna Antropologia del quotidiano alla Facoltà di Architettura del Politecnico di Milano e ha pubblicato diversi libri sui luoghi, sugli spazi con una particolare attenzione all’ottica di genere. Nell’incontro-dibattito Farè si confronterà su tematiche relative ai luoghi e all’abitare con l’architetta Loredana Magurano della Casa delle Donne di Lecce. Presenterà l’iniziativa Antonella Mangia, referente della Casa delle Donne. L’incontro si inserisce nelle iniziative di riflessione organizzate dalle associazioni del territorio in collaborazione con l’assessorato alle Politiche di Genere del Comune di Lecce, parallele alla rappresentazione teatrale de “I monologhi della vagina” promossa dal Comune. Obiettivo dell’iniziativa è avere uno sguardo di genere sullo spazio e il tempo. Andare oltre il lavoro di cura, oltre la capacità di relazione, e scoprire quella parte della creatività che consente alle donne di occupare i tempi e gli spazi in maniera più rispondente ai loro desideri.

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Info sull'autore

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!