Vertice sulla sicurezza. Pando: ‘No ad allarmismi’

Arnesano. L’assessore ha messo a disposizione delle forze dell’ordine le professionalità del Corpo di Polizia provinciale

ARNESANO – Si è riunito ad Arnesano il Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica, convocato dalla Prefettura di Lecce alla luce dei recenti atti vandalici e intimidatori ai danni di amministratori pubblici e di simboli e luoghi istituzionali di numerose realtà della provincia di Lecce. Il presidente della Provincia di Lecce Antonio Gabellone ha delegato alla partecipazione l’assessore provinciale ai Rapporti istituzionali Pierluigi Pando. Hanno partecipato al vertice tutti i massimi responsabili delle forze dell’ordine, delle istituzioni cittadine dei Comuni coinvolti negli episodi vandalici ed il prefetto di Lecce, Giuliana Perrotta. Pando ha nuovamente espresso la solidarietà e la vicinanza della Provincia di Lecce agli amministratori nel mirino degli episodi vandalici, mettendo a disposizione delle forze dell’ordine le professionalità e l’attivismo operativo del Corpo di Polizia Provinciale, che pur con ben altre prerogative e competenze in materia di tutela e prevenzione dei reati ambientali è comunque a disposizione delle forze dell’ordine del territorio per ogni ulteriore ausilio nella vigilanza e nel presidio delle istituzioni democratiche del Salento. “Nonostante episodi così gravi – ha detto Pando – dobbiamo comunque tenerci lontani da ogni allarmismo, in considerazione dell’impegno costante e capillarmente diffuso su tutto il territorio da parte delle forze dell’ordine, dei carabinieri, della Polizia di Stato e della Guardia di Finanza”.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!