Operaio precipita da 7 metri. E’ grave

Otranto. Antonio Tarantino, 63 anni, di Nardò, è ricoverato in prognosi riservata al “Vito Fazzi” di Lecce. Il cantiere è stato sequestrato

OTRANTO – E’ precipitato da un’altezza di 7 metri ed ha battuto la testa al suolo. Antonio Tarantino, 63 anni, di Nardò, operaio dipendente di un’impresa del posto, è ricoverato da ieri in prognosi riservata al “Vito Fazzi” di Lecce, dove è stato trasportato dall’ospedale di Scorrano. L’uomo stava lavorando alla costruzione di una palazzina in via 800 Martiri. Sono stati i colleghi a chiamare il 118 che, dopo aver rianimato l’operaio, l’hanno condotto d’urgenza al nosocomio. Sul posto sono giunti gli agenti del commissariato di Polizia di Otranto che hanno dato il via alle indagini e sono attualmente al lavoro, assieme agli uomini dello Spesal di Maglie, per stabilire se il cantiere rispettasse tutte le norme di sicurezza. La pm Paola Guglielmi ha intanto disposto il sequestro del cantiere.

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Info sull'autore

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!