Uto Ughi e l’Orchestra Tito Schipa inaugurano la Stagione sinfonica

Lecce. L’atteso start è fissato per il 4 novembre al Teatro Politeama Greco. Evento in collaborazione con Telethon

LECCE – Uto Ughi. L'Orchestra Sinfonica Ico “Tito Schipa”. Ad inaugurare il 4 novembre la Stagione Sinfonica e di Balletto della Fondazione Ico, “Fuochi d’Artificio – Il virtuosismo trascendentale nel bicentenario della nascita di Franz Liszt”. E poi Telethon. A coniugare cultura e solidarietà. Ogni concerto sarà dunque anche un appuntamento con la solidarietà. Sarà indubbiamente una stagione di grosso spessore artistico e culturale, “una stagione molto ambiziosa che non sfigurerebbe in qualsiasi città. Sono tutti artisti italiani ma con uno spessore internazionale. Tanti i salentini”, dice il maestro Marcello Panni direttore artistico dell’Orchestra. Grandi solisti del panorama internazionale, per la prima volta tutti insieme nello stesso Cartellone: Francesco Libetta, Roberto Cappello, Massimo Quarta, Giuseppe Albanese, Michele Campanella. Il balletto con la compagnia “Balletto del Sud”, di Fredy Franzutti. “Dopo il successo della Stagione Sinfonica Estiva che ha animato i luoghi più suggestivi della nostra città – dice Simona Manca, vicepresidente della Provincia di Lecce – l'Orchestra Ico ritorna sul palcoscenico del Teatro Politeama Greco, ben felici di donare al pubblico salentino e non solo una stagione più lunga che arriverà sino al 27 gennaio. In un momento di crisi, con tanti sforzi, continuiamo a investire sempre più in cultura, crediamo nella cultura come volano di sviluppo sociale”. Anche Grazia Manni, direttore amministrativo della Fondazione Ico, ha sottolineato gli sforzi per un Cartellone di rilievo, la novità del prolungamento della Stagione sino al 27 gennaio e l’impegno per coinvolgere le scuole e i giovani. Impreziosisce il calendario degli eventi, ha detto ancora la vicepresidente Simona Manca, la collaborazione con il Concorso Internazionale di Canto “Tito Schipa”, organizzato dagli amici dell’Associazione “Amici della Lirica”. Ecco allora otto splendidi concerti, la serata finale di Canto Internazionale, il Balletto “La Bella Addormentata” in una nuova versione coreografica, in scena il 9, il 10 e l’11 dicembre. Per il bicentenario della nascita di Franz Liszt ascolteremo alcuni dei suoi brani più significativi. Abbonamenti e singoli biglietti al Teatro Politeama Greco e presso il Castello Carlo V di Lecce.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!