L’acqua pugliese promossa a pieni voti

Lo studio internazionale pubblicato sulla rivista “Il salvagente” giudica l’acqua di Aqp “ottima ed adatta anche ai neonati”

L’acqua distribuita dall’Acquedotto Pugliese sarebbe “ottima e adatta anche ai neonati”. E’ questo il giudizio sull’acqua pugliese da parte di uno studio internazionale interuniversitario nell’ambito del progetto europeo “Eurogeosurvey geochemistry export group”. Il giudizio viene riportato sullo speciale pubblicato nell’ultimo numero in edicola de Il Salvagente, settimanale dei diritti e del consumo. Oltre 50 milioni di euro investiti in qualità, con l’introduzione di ulteriori stazioni filtranti a carbone attivo sui potabilizzatori, la realizzazione di un nuovo laboratorio centrale delle acque, l’installazione del telecontrollo, 3.500 sensori sulla rete che monitorano anche i principali parametri di potabilità, oltre 350mila controlli l’anno e stazioni di disinfezione complementari lungo i principali nodi della rete, per un’acqua sempre sicura e di qualità. Sarebbero questi secondo lo studio i numeri vincenti di Aqp. “Un risultato di assoluta eccellenza – commentano dall’Acquedotto – se si considera che i campioni sono stati prelevati non solo dalle reti pubbliche ma anche dai rubinetti domestici e evidenziando il buono stato di salute anche delle tubature interne degli stabili, la cui manutenzione è a cura dei proprietari e non di Acquedotto Pugliese”.

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Info sull'autore

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!