Costo degli immobili. Lecce seconda in Puglia

2.750 euro al metro quadrato. La provincia salentina si classifica al secondo posto dopo Bari. Seconda anche per canoni d’affitto: 550 euro per un bilocale

Se a Bari si registrano le quotazioni più alte nel centro storico per l’acquisto di un bilocale, Lecce si aggiudica il titolo di seconda provincia pugliese più cara con una media di 2.750 euro al metro quadrato per l’acquisto della stessa tipologia d’immobile nelle zone centrali. E’ quanto emerge dall’Osservatorio del portale immobiliare Casa.it (700mila annunci e circa 4 milioni di utenti unici al mese) che ha analizzato il mercato immobiliare della regione Puglia. Secondo l’analisi, nel centro storico di Bari per l’acquisto di un immobile la spesa media si attesta sui 3.100 euro al metro quadro. In generale, le tipologie maggiormente richieste sono i trilocali di piccole dimensioni in particolare dotati di box o posto auto le cui quotazioni oscillano in media tra i 2.000 e i 2.400 euro al metro quadro a seconda che l’immobile sia o meno da ristrutturare. E dopo Bari, è Lecce la città pugliese più costosa con un a spesa media di 2.750 euro al metro quadro per l’acquisto di un bilocale ristrutturato nel centro storico. Fuori dal centro invece, i prezzi si attestano in media sui 1.500 euro al metro quadro. Scendono i prezzi a Foggia, dove nelle zone centrali più ambite la spesa media si aggira sui 2.000 euro al metro quadro; nel centro di Taranto vengono richiesti circa 1.550 euro per soluzioni in buone condizioni che salgono anche fino a 2.300 euro per la presenza di box. Più economica Brindisi, dove nei quartieri centrali il costo medio di un bilocale è di 1.450 euro al metro quadrato. Anche analizzando il mercato degli affitti, Bari si conferma la città più costosa della Regione con una media di 650 euro mensili per un bilocale. Anche in questo caso, Lecce è seconda, ma assieme a Brindisi, Foggia con un affitto di 550 euro circa per la stessa tipologia d’immobile nelle zone più centrali. Taranto chiude la classifica degli affitti con una media di 350 euro al mese per un bilocale in centro.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!