Dal Libano al Salento per imparare lo sviluppo locale

Sindaci libanesi sono stati a Presicce e ad Andrano per uno scambio di conoscenze sui temi dell’acqua e della gestione del patrimonio

Sindaci libanesi in tour nel Salento per apprendere le strategie di sviluppo locale e riformularle nel loro Paese. E' questo lo scopo del progetto “Ricerca e Cooperazione”, co-finanziato dal Ministero degli Affari Esteri Italiano, che vede protagonisti una decina di primi cittadini di varie città del Sud del Libano, giunti qui per uno scambio di conoscenze ed esperienze riguardo il tema dell’acqua e della gestione dell’ambiente e del patrimonio storico e culturale. Il loro viaggio ha solcato le strade urbane ed extraurbane di Presicce dove il gruppo guidato da Arturo Parolini, presidente dell'organizzazione non governativa “Ricerca e Cooperazione” ha potuto studiare i meccanismi di un'azienda olearia a ciclo chiuso, al cui interno avviene oltre alla produzione anche la commercializzazione dell'olio. Nella stessa giornata, i sindaci sono giunti ad Andrano, presso il Cea (Centro di educazione ambientale) dove hanno discusso sul tema dello sviluppo sostenibile con il presidente Salvatore Moscatello insieme al dottore agronomo Giuseppe Bene e al ricercatore Giuseppe Maggiore. Tra le altre cose l'agronomo Bene ha ricordato il gemellaggio tra il Gal Santa Maria di Leuca e di Terra D’Arneo nella Valle della Beeka in Libano, avvenuto lo scorso anno, dove lo studioso salentino presentò le tecniche di coltura di una varietà unica nel suo genere: “i piselli di Vitigliano”.

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Info sull'autore

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!