Dopo il furto, prende il treno. Lo fermano i carabinieri

Alessano. In arresto Stefano Walter Galati, già noto alle forze dell’ordine

ALESSANO – Si era assentato da casa solo per pochi minuti ma quando vi ha fatto ritorno si è accorto che qualcuno vi aveva sottratto gioielli e denaro contante. La tempestiva telefonata al 112 ha messo in moto le indagini. La Centrale operativa della Compagnia di carabinieri di Tricase ha inviato sul luogo del furto una pattuglia della stazione di Alessano che, nel raggiungere l’appartamento, ha notato Stefano Walter Galati, già noto alle forze dell’ordine, che si dirigeva verso la stazione ferroviaria in sella ad una bicicletta da donna di colore rosso, ed ha deciso di seguirlo. Una volta alla stazione, i carabinieri hanno visto la bicicletta abbondata all’esterno intuendo che Galati aveva preso il treno per Lecce. Su quel treno sono saliti anche loro, alla stazione successiva, e dopo aver perquisito Galati, hanno rinvenuto nelle sue tasche gli oggetti ed il denaro rubati pochi minuti prima per i valore complessivo di circa 1000 euro. Nel frattempo una donna si era recata presso la stazione dei carabinieri a denunciare il furto della bicicletta. La posizione dell’arrestato si è ulteriormente aggravata. Al termine delle operazioni, è stato condotto presso il carcere di Lecce.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Leave a Comment