Piano del lavoro. Cinque bandi per le pari opportunità

Lecce. Oggi l’assessora al Welfare Elena Gentile presenterà nel dettaglio le cinque misure a sostegno dell’occupazione e della conciliazione vita-lavoro

LECCE – I nuovi bandi del Piano regionale per il lavoro con un occhio alle pari opportunità. E’ il tema dell’incontro informativo che si terrà nel pomeriggio di oggi presso la sede della Regione Puglia a Lecce in via Aldo Moro. Nel corso dell’incontro, l’assessore regionale al Welfare Elena Gentile e la consigliera di Parità Serenella Molendini illustreranno e approfondiranno le misure pianificate nell’ambito del Piano pugliese per il lavoro che garantiscono a uomini e donne le stesse opportunità di permanenza nel mercato del lavoro investendo su strumenti concreti di conciliazione dei tempi di vita e di lavoro. I bandi in questo senso sono cinque: Costituzione di Fondi pubblico-privati per il sostegno alla flessibilità nel lavoro; Catalogo on line dell’offerta di servizi per l’infanzia e l’adolescenza; Nuove figure professionali nel settore del lavoro di cura domiciliare, Progetto R.O.S.A; Progetti innovativi integrati per l’inclusione sociale di soggetti deboli; Interventi in impresa per favorire la conciliazione dei tempi in un’ottica di flexicurity. Lo scopo delle misure è quello di sostenere l’occupazione, grazie anche al ricorso a una varietà di strumenti in grado di rispondere al bisogno sia di maggiore flessibilità negli orari di lavoro sia di servizi versatili e di qualità che rendano più semplice la gestione degli impegni professionali con quella dei carichi di cura familiare, ancora oggi responsabilità quasi esclusiva delle donne. Inoltre l’incontro sarà anche occasione per presentare l’emendamento alla legge regionale elettorale, promosso dall’assessore Elena Gentile e dalle Istituzioni di parità regionali, per favorire la presenza delle donne nel Consiglio regionale pugliese.

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Info sull'autore

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!