Tagli ai trasporti. Zazzera: ‘Pugliesi discriminati’

Roma. Secondo il deputato dell’Idv, la nuova programmazione dei treni starebbe penalizzando i pendolari pugliesi

ROMA – “Gli effetti della manovra finanziaria si fanno già sentire ed i primi a subire il contraccolpo dei tagli indiscriminati voluti da Governo sono i cittadini”. E’ i punto di vista del deputato pugliese dell’Italia dei valori Pierfelice Zazzera che invita a guardare che cosa sta accadendo in Puglia: “Le casse delle Ferrovie dello Stato – dice – sono al verde, perciò la tratta economica dei treni low cost Lecce-Bari è stata soppressa. Ma non è tutto, perché sono in corso di cancellazione anche le fermate di Molfetta, Bisceglie e Trani. La nuova programmazione dei treni, tutta basata sulla logica del risparmio, sta penalizzando fortemente i pendolari pugliesi che per spostarsi dovranno affrontare un aggravio economico insopportabile a fronte del depotenziamento delle stazioni centrali e di disagi continui. Il risultato della manovra del Governo è dunque questo: meno servizi, meno qualità, più costi per i cittadini”. Sulla questione Zazzera ha già presentato un’interrogazione parlamentare, convinto che nei confronti dei viaggiatori del Mezzogiorno, area già martoriata dalla crisi economica ed occupazionale, sia in atto una “discriminazione ai limiti della violazione del diritto alla circolazione”.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Leave a Comment