Tagli ai trasporti. Zazzera: ‘Pugliesi discriminati’

Roma. Secondo il deputato dell’Idv, la nuova programmazione dei treni starebbe penalizzando i pendolari pugliesi

ROMA – “Gli effetti della manovra finanziaria si fanno già sentire ed i primi a subire il contraccolpo dei tagli indiscriminati voluti da Governo sono i cittadini”. E’ i punto di vista del deputato pugliese dell’Italia dei valori Pierfelice Zazzera che invita a guardare che cosa sta accadendo in Puglia: “Le casse delle Ferrovie dello Stato – dice – sono al verde, perciò la tratta economica dei treni low cost Lecce-Bari è stata soppressa. Ma non è tutto, perché sono in corso di cancellazione anche le fermate di Molfetta, Bisceglie e Trani. La nuova programmazione dei treni, tutta basata sulla logica del risparmio, sta penalizzando fortemente i pendolari pugliesi che per spostarsi dovranno affrontare un aggravio economico insopportabile a fronte del depotenziamento delle stazioni centrali e di disagi continui. Il risultato della manovra del Governo è dunque questo: meno servizi, meno qualità, più costi per i cittadini”. Sulla questione Zazzera ha già presentato un’interrogazione parlamentare, convinto che nei confronti dei viaggiatori del Mezzogiorno, area già martoriata dalla crisi economica ed occupazionale, sia in atto una “discriminazione ai limiti della violazione del diritto alla circolazione”.

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Info sull'autore

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!