Pari opportunità. Buccoliero: ‘Quando il rinnovo della Commissione’?

Il consigliere regionale lamenta il ritardo maturato nel varo dell’organismo regionale

“L’efficienza istituzionale si misura anche in funzione della celerità con la quale si mettono in campo organismi il cui apporto è ritenuto fondamentale per la crescita economica e sociale della Puglia”. E’ quanto dichiara il consigliere regionale Antonio Buccoliero che lamenta il ritardo maturato nel varo della Commissione regionale per la pari opportunità fra uomo e donna in materia di lavoro. “Mi chiedo se il ritardo è voluto o è semplicemente inedia istituzionale. Certo non è possibile che, per una attività che potrebbe essere disimpegnata in pochi giorni, si debba aspettare un così lungo tempo”. Mi farò portavoce, nei prossimi giorni, di un intervento sui presidenti del Consiglio regionale e della relativa commissione consiliare per conoscere i tempi e le ragioni di questo gravoso ritardo”. “In un contesto sociale – continua Buccoliero – in cui la difficoltà di rendere effettiva la parità tra uomo e donna in materia di lavoro sembra resa più difficile dalla recessione economica, bisogna comunque garantire la sussistenza di tutti quegli apporti istituzionali che possano contribuire a rendere più concreta la realizzazione dell’emisfero femminile nel mondo lavorativo.” “Mi attendo – conclude – una accelerazione della procedura di nomina della nuova Commissione, nell’interesse delle donne pugliesi”.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Leave a Comment