La Provincia vuole un nuovo parco

Il presidente della Provincia di Lecce Antonio Gabellone annuncia il nuovo “Parco Rurale delle Serre Salentine”. Avviato l'iter per istituirlo

Il Salento potrebbe avere, prossimamente, una nuova zona di verde protetta. Il presidente della Provincia di Lecce Antonio Gabellone e il presidente della Commissione Provinciale Ambiente Francesco Bruni stanno lavorando per istituire il “Parco Rurale delle Serre Salentine”. Questa proposta, affrontata nella quarta Commissione Consiliare della Provincia, prevede interventi omogenei di tutela, risanamento e valorizzazione delle risorse ambientali e paesaggistiche dei luoghi compresi nell’area delle Serre Salentine (in cui rientrano i comuni di Casarano, Collepasso, Galatone, Matino, Neviano, Parabita, Ruffano, Sannicola, Seclì, Supersano e Tuglie). “Sarebbe un traguardo importante – si legge in un comunicato diramato da Gabellone – in grado di valorizzare le tipicità di una zona della nostra provincia tuttora incontaminata e da sempre ricca di bellezze naturali. Senza dimenticare la volontà della Provincia di Lecce di chiudere il cerchio delle nuove istituzioni di parchi e riserve protette in grado di tutelare e preservare l’ambiente salentino e le sue ricchezze naturali, garantendo al Salento l’integrità, la cura, la valorizzazione e la continuità del suo tesoro più grande”.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Leave a Comment