Sel chiude la porta a Zompì

Casarano. Sinistra, ecologia e libertà ribadisce la condizione alla base della coalizione della sinistra: discontinuità rispetto alla passata esperienza amministrativa

CASARANO – “Sinistra, ecologia e libertà” chiude la porta a Paolo Zompì e a quanti, come l’ex presidente del Consiglio Comunale, siano stati contigui “con l’ultimo trascorso amministrativo”. Lo sostiene una nota ufficiale del Circolo cittadino “Pepino Impastato” emessa all’indomani della notizia dell’adesione di Zompì nel movimento “ La Puglia per Vendola”. Sel ha voluto sottolineare il “rigore morale” che è alla base dell’agire politico del partito, come se fosse il tratto che, almeno a Casarano, divide i due movimenti vendoliani. “Il circolo di Casarano di Sinistra Ecologia e Libertà – recita il comunicato stampa – ribadisce con forza e chiarezza, come peraltro espresso sul tavolo provinciale, che qualunque coalizione si intenda mettere in piedi debba essere contraddistinta da un forte ed inequivocabile segnale di discontinuità con l’ultimo trascorso amministrativo, al fine di realizzare un progetto politico serio e lontano dalle vecchie logiche di gestione del potere”. Chiusura totale, quindi, al presidente uscente dell’assemblea cittadina, ma anche ad altri esponenti politici del centro-sinistra che hanno amministrato Palazzo dei Domenicani con “vecchie logiche di gestione del potere”. Quindi, pare di capire, non necessariamente individuabili nell’ultimo governo cittadino. “Ulteriormente – prosegue la nota di Sel – siamo a precisare qualora ve ne fosse necessità, che Sinistra Ecologia e Libertà è un partito politico strutturato e ben radicato sul territorio che opera con un rigore morale immediatamente riconoscibile, e che come interlocutori privilegiati, ha forze politiche che operano sullo stesso piano e che certamente non sono mera espressione di una campagna elettorale”. Questa la posizione ufficiale di Sel, ma è probabile che anche “Italia dei Valori” e Federazione della Sinistra potrebbero mettere veti su candidature eccellenti per il nuovo Consiglio Comunale. La presa di posizione di Sel potrebbe mettere in difficoltà il Pd dove sono numerosi gli esponenti che hanno amministrato con “vecchie logiche di gestione del potere”. Intanto, nuove formazioni politiche si affacciano sul panorama casaranese. E’ stata sancita, infatti, nei giorni scorsi l’alleanza tra i movimenti di centro-destra “Io amo l’Italia” e “Aria Nuova”, con l’obiettivo “di intraprendere un comune percorso politico che porti ad una decisione collegiale in vista delle prossime elezioni comunali del 2012. L’alleanza – si legge in una nota – si basa su una condivisione di principi fondamentali, premessa basilare per la costruzione di un progetto politico serio: una riforma etica della cultura politica e delle istituzioni; un nuovo modello sociale che mette al centro la persona e la famiglia; la certezza delle regole che garantiscono e vincolano tutti indistintamente”. 04/09/2011 Zompì ne ‘La Puglia per Vendola’ CASARANO – Paolo Zompì ha aderito al movimento “La Puglia per Vendola” e rimane nella coalizione di centro-sinistra. E’ la novità di questi giorni del quadro politico casaranese che si trasforma giorno per giorno in attesa che si riassetti definitivamente in vista delle elezioni amministrative della prossima primavera. La notizia non è stata ufficializzata, ma è confermata da diversi esponenti politici del centro-sinistra casaranese. Pochi giorni prima di Ferragosto, infatti, il presidente uscente del Consiglio comunale ha partecipato in delegazione, in qualità di rappresentante locale del movimento “vendoliano”, al tavolo del centro-sinistra che si è tenuto a Lecce nella sede del Partito Democratico. La notizia ha avuto l’effetto di una secchiata di acqua gelida sulla coalizione di centro-sinistra. Per i trascorsi politici di Zompì (ex Dc, ex Forza Italia, ex Margherita, ex Pd) è senza dubbio una notizia clamorosa, anche se si poteva mettere nel conto di una sua adesione al movimento “vendoliano”. Da tempo, infatti, l’ex presidente dell’assemblea cittadina ha rapporti politici strettissimi, tanto che viene indicato come il suo rappresentante a Casarano, con l’assessore regionale alle Politiche Agricole, Dario Stefano, massimo esponente de “La Puglia per Vendola”. L’adesione del movimento al centro-sinistra casaranese, se a prima vista può sembrare un rafforzamento della coalizione, in realtà potrebbe avere un effetto disgregante. E’ difficile che Sel, Federazione della Sinistra e Italia dei Valori rimangano in un’alleanza insieme a Zompì. Ma, si sa, la politica ci ha abituato a tutto. Al tavolo del centro-sinistra di Ferragosto ha partecipato anche Marcello Torsello che, com’è noto, è responsabile provinciale dei “Verdi”. Anche questa presenza ha sorpreso non poco le altre forze politiche, considerato che Torsello, insieme al Cdc di Claudio Casciaro, era orientato a cercare alleanze con il Pdl. Il maggior partito del centro-destra, però, sembra disposto ad affrontare il primo turno delle elezioni da solo se il quadro politico rimarrà frammentato. L’accoppiata Torsello-Casciaro cercherà di contrattare la sua collocazione e se non dovesse trovare sponde si presenterà da sola con Torsello candidato sindaco. L’altro ieri è ripresa l’attività politica del movimento “Liberacittà” con una riunione del Direttivo per parlare dell’attuale situazione politica cittadina. Quanto alla collocazione dell’Udc, tutto dipende dagli accordi che si faranno a livello provinciale.

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Info sull'autore

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!