Una Notte per i ricercatori

Anche Lecce tra le sedi scelte per l’evento “Unifederlab” organizzato dalle Università di Puglia, Molise e Basilicata

Far incontrare il grande pubblico con i ricercatori. Con questo spirito la Comunità europea promuove la “Notte dei Ricercatori”, fissata per il prossimo 23 settembre. Oltre 800 le sedi di 320 città europee in 32 Paesi. L'obiettivo è far comprendere il valore della ricerca scientifica attraverso la promozione della figura del ricercatore. Le Università pugliesi, unitamente all’Università del Molise e a quella della Basilicata, promuovono una proposta tesa a comunicare al più ampio pubblico le proprie attività di ricerca e soprattutto far comprendere le loro ricadute sociali mediante l’ausilio di giochi, quiz, spettacoli, conferenze che possano far cogliere alla collettività e, in particolare, ai più giovani la bellezza della professione di ricercatore e la sua importanza per il progresso umano. Tra le sedi prescelte per gli eventi della Notte c’è anche la città di Lecce. Le altre sono Bari, Barletta, Brindisi, Campobasso, Foggia, Matera e Potenza. Il progetto, che le Università hanno denominato Unifederlab, si pone lo scopo di sensibilizzare e avvicinare il grande pubblico al ricercatore prima ancora che alla ricerca, mettendo l'accento sulle persone e mostrando che la scienza è un'impresa umana. In ciascuna sede sarà allestito, inoltre, un European Corner, un apposito spazio ove il pubblico prenderà conoscenza di tutti i progetti delle università finanziate con il 7FP e delle opportunità per i giovani e per l’innovazione. Il tema centrale della Notte sarà “Innovazione per il benessere” con un’attenzione particolare sulla ricerca nei settori della nutrizione, della salute e della sostenibilità (con il coinvolgimento particolare, quindi, dei gruppi di ricerca nei settori dell’alimentazione, delle clean energies, della biodiversità, dell’ambiente e delle neuroscienze). Il progetto ha ottenuto un finanziamento di 55mila euro dalla Commissione Europea ed altri 15mila sono stati messi a disposizione dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Puglia per le sole attività che saranno svolte nella Regione Puglia. La denominazione contiene i concetti di università, federazione, benessere, regioni e mediterraneo che caratterizzano il progetto. Domani alle ore 11,00 presso la Sala Consiglio dell’Università di Foggia i rettori e loro delegati delle sei Università presenteranno il programma dettagliato della Notte dei Ricercatori in Puglia, Basilicata e Molise. Sarà presente anche il presidente, o un suo delegato, della Fondazione Cassa di Risparmio di Puglia.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Leave a Comment