Autovelox ‘truffaldini’? Indaga la Procura

Gallipoli. Indagati due vigili. L’inchiesta è nata in seguito alla denuncia di un motociclista “fotografato” per due giorni consecutivi sulla curva di Baia Verde

GALLIPOLI – Autovelox truccati? L’ipotesi non è poi così assurda visto che la Procura ha aperto un fascicolo per accertarlo. I dettagli della questione non si conoscono ancora e a trapela dalle bocche cucite dei diretti interessati, i vigili urbani di Gallipoli. Al momento ce ne sarebbero due già iscritti nel registro degli indagati ma non si esclude che la lista possa allungarsi nelle prossime ore. L’inchiesta per falso è nata in seguito ad un esposto-querela da parte di un motociclista che, stando alle notifiche recapitate a casa, avrebbe percorso per due giorni consecutivi e sempre al medesimo orario, la statale 274, nei pressi della Curva di Baia Verde ad una velocità superiore al limite di 50 Km orari consentita. Peccato che il motociclista – così almeno dice lui – si trovasse lì solo il primo giorno e non il secondo, documenti alla mano che possano attestarlo. E allora come si spiega la foto che lo ritrae passare proprio di lì nel giorno “incriminato”? E’ possibile che si sia stato un errore tecnico o una manomissione della macchina? E’ possibile che si sia trattato non di un caso isolato ma di una cattiva condotta assunta come norma? Saranno le indagini affidate ai carabinieri della Compagnia di Gallipoli a stabilirlo. Nel frattempo, meglio andare piano.

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Info sull'autore

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati